bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Si è aperto il Festival “Una striscia di terra fertile”. Dure le polemiche di Damiani mosse durante la serata a Alemanno e Gasperini

FONTE: Allinfo.it

Ieri sera, 1 giugno 2012, è stato il brano “Autour de la tour“, eseguito dal Riccardo del Fra Ensemble a rompere il ghiaccio all’Auditorium Parco della Musica che dal 1 al 5 giugno ospita la quindicesima edizione del  festival “Una striscia di terra feconda“, il festival franco-italiano dedicato al jazz e alle musiche improvvisate che mette insieme nomi di musicisti ormai affermati e alcune delle più innovative realtà del panorama musicale dei due paesi. Festival delle terre fertili.

Ad accompagnare RICCARDO DEL FRA al contrabbasso  l’ospite d’eccezione ossia ALESSANDRO PATARNESI alla batteria, GAIA POSSENTI al pianoforte, LUIGI TRESCA al sax alto e soprano, JONATHAN  BOUTEILLER  al sax tenore, OLIVIER MICONI alla tromba con i quali ha continuato e portato egregiamente a termine la prima parte della serata dedicata al jazz d’autore. Tra i brani eseguiti degne di nota  una rivisitata  “Let’s call this” di Monk e una splendida chitarrata eseguita a due da Riccarco del Fra e Alessandro Paternesi. La magia della seconda parte del Festival è stata invece merito del duo per piano eseguito da DANILO REA e BAPTISTE TROTIGNON.

La prima giornata del Festival che si può dire  pienamente riuscita anche in termini di attenzione da parte del pubblico, lascia così un segno tangibile, positivo merito anche delle parole di Paolo Damiani – compositore e musicista, direttore dell’Orchestre National de Jazz (ONJ) all’inizio degli anni Duemila, direttore artistico del festival “Rumori Mediterranei” di Roccella Jonica – che ha ringraziato pubblicamente la SIAE nella persona di Sabina Riccardelli per aver dato un segnale di presenza tangibile importante La SIAE, con grande sorpresa di tutti  e per la prima volta in tanti anni, ha  contribuito economicamente alla realizzazione di questo festival nato nel 1998 grazie  all’antica amicizia di Damiani con Armand Meignan, presidente dell’AFIJMA (Association des Festivals Innovantes en Jazz et Musiques Actuelles) e direttore dei festival di Le Mans e Nantes.

Damiani ci ha poi tenuto a ringraziare l’Auditorium Parco della Musica,  il MIBAC, Il Ministero dei Beni Culturali e  l’Ambasciata Francese  e la Sacem -la SIAE francese- che da sempre finanzia l'”Azione Culturale” spendendo ogni anno milioni di Euro per le iniziative culturali degne di nota.

Non sono mancate le polemiche mosse da Damiani al Comune di Roma che ha criticato duramente, quasi grillianamente. Ad accendere i toni è stata la critica aperta che Damiani ha mosso al bando  ordito da Alemanno e Gasperini: il bando dell’estate romana che non darà un euro alle manifestazioni di giugno in quanto si è chiuso il 25 maggio (seguirà video)

“Una roba da denuncia avverso Alemanno e Gasperini” ha tuonato, senza peli sulla lingua, Paolo  Damiani che oggi, 2 giugno 2012, ospiterà presso la Sala Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica, due artisti donna incredibili, ovvero CHIARA CASELLI (voce recitante),  
RITA MARCOTULLI (pianoforte) anticipate dalla performance del PARIS-ROME WORKSHOP ENSEMBLE ossia dagli allievi dei Dipartimenti jazz e musiche improvvisate del CNSMDP e del Conservatorio di Santa Cecilia – Jonathan Bouteiller (sax tenore), 
Olivier Miconi (tromba),  
Philippe Maniez (batteria), 
Luigi Tresca (sax alto e soprano), 
Gaia Possenti (pianoforte),  
Claudio Leone (chitarra
), Stefano Battaglia (basso).

 

giugno 2, 2012 - Posted by | festival | , , , , , ,

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: