bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

FontanonEstate 2012 – Il programma dal 6 al 10 agosto

Lunedì  6 agosto
TESTASGHEMBA, GERMANO MAZZOCCHETTI ENSEMBLE Un grande artista (Premio della Critica Ass Naz Critici di Teatro, 3 volte vincitore del premio ETI – Oscar del Teatro, Premio Scanno per la musica, Premio Flaiano per le musiche di scena, 1° premio Una rosa per il palcoscenico, premio per la migliore colonna sonora al RomaFictionFest) nel più bello dei suoi concerti.
Testasghemba è un cd pubblicato dalla Egea Records. Contiene 11 brani composti da Germano Mazzocchetti. Atmosfere colte e assoli improvvisati, nenie popolaresche e momenti più scopertamente ritmici appoggiano su una base che si ispira alla musica popolare mediterranea, nelle sue molteplici sfaccettature, con sporadiche incursioni in campo jazzistico. Il risultato è una  musica caratterizzata da uno spiccato sincretismo linguistico, che bene si allinea ad alcune tra le più interessanti esperienze della musica d’oggi.
—————————————————-
 
 
Martedì 7 agosto
Giancarlo Ratti (da Il ruggito del coniglio, Rai Radio 2) in
COME PUÒ RIDURSI UN UOMOispirato a Di questo e La nuvola in calzoni di Vladimir Vladimirovič Majakovskij
Un attore solo senza difese, senza coraggio, senza domani. Un attore solo con le parole, parole che inseguo da anni e che forse non ricordi più? Parole non mie, parole rubate. Dite a Majakovskji che non stavo bene.
—————————————————-
 
 
Mercoledì 8 agosto
Jacob Olesen in
IL MIO NOME È BOHUMIL
 liberamente tratto da Ho servito il re d’Inghilterra di Bohumil Hrabal
regia di Giovanna Mori
produzione: Enrico Carretta
musiche: Paolo Rossi
tecnico luci/ light design: Luca Febbraro
fonico: Luca FebbraroA 15 anni dalla morte del grande scrittore Bohumil Hrabal, che ha saputo raccontare così bene il surreale della realtà, con un linguaggio visionario e semplice.
Storie sempre attuali, di uomini che attraversano la vita con inconsapevole leggerezza, coraggio e sentimento.
In un presente dove coraggio, visioni e leggerezza sembrano mancare, queste sono storie importanti da raccontare e da ascoltare.
“Nel 1936, anzi, nell’ottobre 1936, precisamente l’undici ottobre 1936 alle ore 12 arrivai all’Hotel Paris a Praga. Era così bello che quasi svenni…”
Comincia così la storia dell’incredibile vita di Bohumil, cameriere di statura bassa che teneva la testa alta sperando che il collo gli si allungasse.
Ma piccolo era e piccolo sarebbe rimasto.
Una vita che attraversa la guerra, l’occupazione nazista di Praga e dell’intero paese, fino alla sconfitta dei tedeschi.
Sono anni cruciali nella storia del novecento, il popolo ceco affronta l’ostruzionismo quotidiano, simbolo della resistenza cittadina antinazista.
Ci mostra dagli occhi di un cameriere un’ingenuità che non coglie le contraddizioni negli avvenimenti che sconvolgono la vita delle persone intorno a lui.
Bohumil, malgrado tutto aveva una stella, una buona stella che non lo abbandonava mai.
Perché lui nella sorprendente sorpresa, nell’incredibile che diventava realtà, ci credeva.Sempre…JACOB OLESEN, di origini danesi e svedesi, ci propone uno spettacolo dimostrando le sue capacità di narratore e affabulatore, dove i diversi idiomi si mescolano insieme per dare voce e forma a storie di commessi viaggiatori, prostitute, soldati, maître di hotel, camerieri, vittorie, sconfitte, soldi, miseria, dolore e felicità.
E’ presente sulle scene italiane da oltre 30 anni, si è formato all’Ecole Jacques Lecoq a Parigi e ha fondato la Compagnia Donati & Olesen con la quale ha rappresentato in Italia e nel Mondo più di 2500 spettacoli.—————————————————-

Giovedì 9 agosto
Gianluca Guidi in
AMERICAN SONGBOOK

—————————————————-

Venerdì 10 agosto  
FLORA E LI MARITI SUA

di Toni Fornari 
con Claudia Campagnola
regia di Norma Martelli
produzione: Associazione Culturale Rondini
musiche: Stefano Fresi

Nel giorno del centenario della nascita di Jorge Amado

Dal passionale romanzo “Dona Flor e i suoi due mariti” di Jorge Amado, un adattamento ambientato nella Roma trasteverina dei primi del novecento. Flora vedova del suo amato e “scellerato” marito Nino, dopo un periodo di lutto si risposa con il dottor Teodoro, fun pacifico e bonario farmacista, uomo istruito e soprattutto ”co ‘na bona posizione”, come diceva la madre di Flora.

 
Dopo un periodo di “normale” vita coniugale Flora è però assalita da una strana sensazione di disagio della quale non sa darsi una spiegazione.
Sarà una zingara a far capire a Flora la ragione del suo malessere: con uno strano sortilegio la zingara, libera lo spirito del lussurioso marito Nino, che   appare a Flora completamente nudo mentre sta facendo l’amore col dottore. Da quel momento Flora capisce che quella sensazione strana era dovuto ala voglia di  rivedere Nino.
Da quel momento però Flora si troverà alle prese con i suoi due mariti!

—————————————————-

FontanonEstate 2012

Sito ufficiale: http://www.fontanonestate.it/

Direzione artistica: Enzo Aronica, Riccardo Barbera e Roberto Della Casa

Prezzi biglietti:
intero: 18 euro – ridotto: 12 euro
Per lo spettacolo del 9 agosto: intero 20 euro –  ridotto 15 euro

Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 18.
Inizio spettacoli fino al 10 agosto alle ore 21:15 e dal 23 agosto al 9 settembre alle ore 21.

Info e prenotazioni:
06.5883226 – info@fontanonestate.it

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni

Annunci

agosto 4, 2012 Posted by | eventi | , , , | Lascia un commento

Prosegue con successo Caprarola Music Festival 2012 – Prima Edizione –

Musica, Poesia e Danza tra gli scenari del Palazzo Farnese e i tramonti del Lago di Vico.

E’ appena partito a Caprarola un importante festival di Musica, Poesia e Danza, comprendente anche una Master Class, intitolato Caprarola Music Festival.

Un progetto ricco di eventi musicali e culturali, tutti ad ingresso gratuito, realizzati nel Palazzo Farnese di Caprarola e nella Riserva Naturale del Lago di Vico.

Il Festival rientra nel progetto Caprarola Città della Musica, concepito dal sindaco Eugenio Stelliferi e dall’Amministrazione comunale, ed iniziato con il conferimento al Maestro Ennio Morricone della cittadinanza onoraria.

Il Caprarola Music Festival è ideato e realizzato dalla neo nata associazione culturale Scala Regia, presieduta da Anna Maria Salvatori, violinista presso l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e costituita da musicisti, di origini caprolatte, che operano presso prestigiose fondazioni lirico sinfoniche quali il Teatro alla Scala di Milano, Orchestra Sinfonica di Roma, il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e la Fondazione dell’Arena di Verona.

Dopo i successi del 30 luglio con il concerto-spettacolo della master class di chitarra tenuta dal M° Angelo Ferraro e del 31 luglio con l’Horner Bros Quartet, interprete delle più belle colonne sonore della musica da film, ancora due nuovi appuntamenti.

Il 5 agosto alle ore 21, nel Chiostro del Palazzo Farnese andrà in scena I PROMESSI SPOSI da Alessandro Manzoni, diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory, coreografie di Ghislaine Valeriani prima ballerina del Corpo di Ballo dell’Arena di Verona, musiche di G. Verdi, P. Mascagni, V. Bellini, N. Paganini, L. Berio, N. Rota eseguite al pianoforte dal M° Stefano Salvatori, pianista caprolatto presso il Teatro alla Scala di Milano.

I promessi sposi è la proposta di matrimonio tra cultura e società attraverso un libro che è una vera e propria bibbia laica qui rappresentata attraverso l’unione di parola orale e scritta, musica classica e danza contemporanea, letteratura e teatro. Una rappresentazione che sta riscuotendo un grande successo nella tournèe internazionale degli stati uniti, america latina ed europa. 

Il 7 agosto alle ore 19.30, chiude il Caprarola Music Festival SCORES! con PAOLO FRESU & Alborada String Quartet. Nell’incantevole riserva naturale del Lago di Vico, all’imbrunire, nella spiaggetta dei pioppi adiacente la Bella Venere, gli artisti proporranno uno splendido incontro fra sonorità classiche e jazz, giocato originariamente sul territorio di colonne sonore cinematografiche ma anche e ancora, un meraviglioso mélange sonoro capace di prodursi in maniera estremamente diretta ed efficace della versione tromba + quartetto d’archi, oppure di rendere al meglio la sontuosa ricchezza delle architetture del canto polivocale e del senso musicale dell’area mediterranea.

Musica e natura, due elementi trascendentali che fusi insieme creano un momento unico e irripetibile.

Fa parte del Quartetto il violoncellista di caprarola Piero Salvatori, concertista di fama nazionale.

 

Caprarola, 1 agosto 2012.

 

Ufficio Stampa Associazione Scala Regia

www.scalaregia.it 

info@scalaregia.it

 

 

agosto 4, 2012 Posted by | comunicati stampa, festival | , | 1 commento