bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

FontanonEstate 2012: programma dal 23 al 26 agosto

Quattro giorni di “CETRA…UNA VOLTA”, spettacolo dedicato al Quartetto Cetra con i Favete Linguis (Antonio Fornari, Emanuela Fresi e Stefano Fresi), regia di Augusto Fornari e prodotto dai Favete Linguis.

Lo spettacolo vuole essere un omaggio al “Quartetto Cetra in questo anno che, dopo la morte di Lucia Mannucci,  chiude la meravigliosa parentesi di un Gruppo che ha fatto veramente la storia della televisione e del teatro italiano.

In questa occasione si riunisce straordinariamente il trio vocale i Favete Linguis che si è ispirato al Quartetto Cetra fin dall’inizio della loro carriera ricalcando lo stile comico-parodistico del celeberrimo quartetto.

In questo spettacolo i Favete Linguis interpretano tutte le canzoni di maggior successo dei Cetra esibendosi altresì in esilaranti parodie musicali ricalcando lo stile raffinato ed elegante del Quartetto.   Importantissima è la presenza di un gioco continuo dove si mescolano divertimento scenico e virtuosismo vocale. Il Trio sarà accompagnato da un fenomenale quartetto strumentale.

FontanonEstate 2012

Sito ufficiale: http://www.fontanonestate.it/home.html

Direzione artistica: Enzo Aronica, Riccardo Barbera e Roberto Della Casa

Info e prenotazioni:
06.5883226 – info@fontanonestate.it

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni

agosto 21, 2012 Posted by | eventi, magazine | , , , , , , , | Lascia un commento

Globe Theatre – “Giulio Cesare” con Giorgio Albertazzi: la terra desolata del potere

Va in scena fino al 26 agosto, al Globe Theatre di Villa Borghese, Giulio Cesare di Shakespeare prodotto da Politeama S.r.l. con la regia di Daniele Salvo, la traduzione di Masolino D’Amico e Giorgio Albertazzi nei panni del protagonista.

Uno degli appuntamenti clou della stagione 2012 del Globe, una lettura shakespeariana fortemente connotata. Alieno da eccessi sperimentali e da forzate “attualizzazioni”, Salvo punta sul senso del potere come notte della civiltà e dell’umano, lasciando emergere del testo il versante cruciale: la tragedia del vuoto.

Maschere di lattice in fattezze umane (le ha realizzate Michele Guaschino) sono i congiurati, ridotti a calchi di cera senza emozioni attorno al disperato, allucinato Cesare di Albertazzi. I personaggi si muovono in una Roma immersa nel buio, onirica: wasted land, terra desolata della storia corrotta dagli appetiti dei potenti, silenziosa apocalisse fiocamente illuminata da bracieri o squarciata da lampi.

I costumi si riferiscono alla Roma classica e a questo proposito la nota di presentazione dello spettacolo è esplicita: bandite “le modernizzazioni che comprometterebbero la comprensione del testo e abbasserebbero il livello interpretativo a una sin troppo facile contemporaneità”. E questo perché “lo spettatore deve avere la libertà di ascoltare il testo di Shakespeare nella sua integrità, pensando ai giorni nostri senza che la regia sottolinei troppo questo aspetto”.

Essenzialità e rigore per scene e abiti, asciuttezza e intimità di toni per lo stile di recitazione: “L’idea è cercare nuove direzioni”, prosegue la nota stampa, “sganciandosi dagli stili retorici e obsoleti” verso “un linguaggio immediato, che indaghi sulle motivazioni profonde di composizione di un verso, di una battuta” e restituisca “la ‘verità’ degli stati emotivi”.

Info: tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00-21.00); www.globetheatreroma.com

agosto 21, 2012 Posted by | teatro | , , , , , , | Lascia un commento

Le Interviste Semplici di Allinfo.it: Majaria Trio – Seconda parte

agosto 21, 2012 Posted by | video | , , , , , , , | Lascia un commento

Le Interviste Semplici di Allinfo.it: Eleonora Bordonaro & Majaria Trio – Prima Parte

agosto 21, 2012 Posted by | video | , , , , , , | Lascia un commento