bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

“Ricky Mantoan e il Branco Selvaggio” ovvero: quando la Musica non ha nulla di selvaggio

Ricky Mantoan fa sapere attraverso Gloria Berloso, sua manager e compagna “di musica e di vita”, come la definisce la giornalista Claudia Colangelo durante l’intervista fatta all’Artista per Rete Canavese, che uscirà in autunno 2012 il nuovo album, “RIDIN’ AGAIN“, del Branco Selvaggio.

Questa notizia ha decisamente solleticato la nostra curiosità e così siamo andati a curiosare su questo “Branco”, che di selvaggio non ha proprio nulla anzi, tutt’altro, perché nel tempo, con la sua Musica, ha contribuito ad arricchire la vita e la storia del Country Rock.

 

Ricky Mantoan – La Storia e  la Video Intervista

La Band Branco Selvaggio nasce nel 1978 con Ricky Mantoan che fin dai primi anni sessanta si esibisce in pubblico. Il suo stile, i fraseggi, la ritmica ed il drive particolare che imprime, lo mettono in luce per il gusto e l’ecletticità che riesce a trasmettere a chi lo ascolta e suona con lui. Suo ispiratore è il chitarrista americano Duane Eddy, allievo di Chet Atkins e celebre per aver introdotto l’utilizzo della chitarra elettrica come protagonista del Rock and Roll.

Tra il 1965 e il 1970, dopo aver assimilato il sound di gruppi come i Cream, gli Stones, e naturalmente anche Jimi Hendrix, Ricky s’innamora profondamente del Country Rock Californiano e del folk rock inglese. Byrds, Flying Burrito Bros, Fairport Convention, ma specialmente il country singer Gram Parsons, influiscono all’evoluzione della sua musica. Dopo svariarte esperienze, nel 1978 fonda il BRANCO SELVAGGIO, ed inizia anche a comporre brani originali che fanno parte del suo primo album “RICKY” , pubblicato nel 1980. Questo lavoro viene accolto positivamente dai critici musicali sia italiani che stranieri.

Down in Menphis“, entra con successo nelle classifiche della nota rivista specializzata inglese: OMAHA RAINBOW.
Iniziano da allora le collaborazioni del chitarrista mancino con i capiscuola della musica californiana e stringe una forte amicizia con il bassista SKIPBATTIN, già membro dei Byrds, poi dei New Riders of The Purple Sage ed infine dei Flying Burrito Bros.
Negli anni ’80 e ’90, pur esibendosi regolarmente con il Branco Selvaggio, Ricky partecipa, con Beppe D’Angelo alla batteria, a numerose tournèes al fianco di famosi musicisti americani: Chris Darrow, Greg Harris, Skip Battin, “Sneaky” Pete Kleinow, John York, Gene Parsons e Roger Mc Guinn, rivelandosi un eccellente chitarrista e confermandosi un vero caposcuola alla PEDAL STEEL GUITAR.

A seguito di questi eventi, verranno realizzate e pubblicate due incisioni: LIVE IN ITALY e FAMILY TREE (recensione su http://www.bravonline.it/folkest-dischi-family-tree-ex-byrds/).
Contemporaneamente collabora sia in studio che dal vivo con musicisti italiani, prendendo anche parte a diverse trasmissioni televisive e radiofoniche. Negli anni novanta il Branco Selvaggio si fa apprezzare in tutta Italia con concerti che ancora oggi vengono definiti memorabili. All’epoca la band era composta da RICKY, Renata Boratto, Luciano Costa, Roberto Cocconello e Beppe D’Angelo e il loro show si sviluppava attraverso una lunga sequenza di brani d’atmosfera (vedi Grateful Dead), ambientando le sonorità e le sensazioni di un country rock anche psichedelico.

Nel 1991 il “DIZIONARIO DELLA CANZONE ITALIANA” a cura di Renzo Arbore, pubblicato dalla Curcio Editore, dedica una scheda a Ricky qualificandolo tra i più creativi musicisti italiani.

Nel 1992 viene realizzato”RIDERS OF THE UNIVERSEprimo album del BRANCO SELVAGGIO.

 

Nel 1994 Ricky viene chiamato a far parte dei BYRDS per partecipare ad una tournèe internazionale; molto interessante e rimasto nella storia è il concerto di Ginevra ripreso da numerose emittenti televisive e del quale esiste il video dal titolo “LIVE IN GENEVA“.

Nel 2006 il Branco Selvaggio rivolge la sua attenzione ad una musicalità particolarmente dedicata alla qualità dei suoni e delle parti vocali e corali, insistendo sulle radici autentiche del country rock elettrico ed alle performances acustiche e vocali avvalendosi della nuova fisionomia assunta con il rinnovato organico del gruppo che vede l’ingresso del polistrumentista Dario Zara, al basso e voce.

 

 

 Si ringrazia Gloria Berloso per la gentile concessione del materiale didattico e fotografico.

La Redazione

 

Annunci

settembre 4, 2012 - Posted by | artists of the world | , ,

4 commenti »

  1. Grazie Simonetta, la musica non ha nulla di selvaggio, è verissimo. Credo inoltre che raccontare e tramandare questa ed altre storie sia molto importante. E’ proprio attraverso la musica che ho incontrato questo artista, suonare con lui oppure ascoltarlo, è sempre una gioia.

    Commento di gloria | settembre 4, 2012

  2. bellissima intervista, chiaro ed efficace Ricky……l’amore per la musica traspare e coinvolge……………

    Commento di emanuela | settembre 5, 2012

  3. Grazie mille Simonetta, speriamo di poterci incontrare LIVE ON STAGE quanto prima.

    Commento di Dario Zara | settembre 5, 2012

  4. […] recenti Tutto pronto per … su Alafia Do BrasilDario Zara su “Ricky Mantoan e il Bran… per contattarci bumbiMediaPress Tagalafia do brasil alessandro bertirotti allinfo allinfo.it […]

    Pingback di IVREA 29 SETTEMBRE 2012 – GRANDE CONCERTO DEL BRANCO SELVAGGIO « bumbi Media Press | settembre 12, 2012


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: