bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

SUONA FRANCESE: “NEAP FESTIVAL” (Rassegna Internazionale di Musica da Camera, III Edizione) – Dal 7 al 29 giugno ‏ 2014

PicMonkey Collage suonafranceseNella prestigiosa sala degli Angeli del Complesso Monumentale dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli si svolgerà – dal 7 al 29 giugno 2014 – la terza edizione del Neap Festival, la rassegna internazionale ideata dalla musicista Françoise Vidonne che intende valorizzare i beni architettonici del territorio campano attraverso la diffusione del repertorio di musica da camera e che nel contempo vuol dare spazio a giovani musicisti italiani ed internazionali per esibirsi in un contesto di alto valore artistico tramite il coinvolgimento di grandi maestri di caratura mondiale (le ultime due scorse edizioni hanno visto rispettivamente intervenire artisti del calibro di  Aldo Ciccolini e Zhu Xiao Mei).

Nuits d’été à Pausilippe, il cui nome prende spunto dalla raccolta omonima composta da Gaetano Donizetti durante la sua permanenza a Napoli, intende ricordare la tradizione napoletana nata all’inizio del ‘600 che consisteva nel far traslocare la musica, nei periodi estivi, dai palazzi nobili alla collina e al mare di Posillipo comunemente chiamata gli “spassi di Posillipo”. La musica dunque per “porre fine agli affanni”, per ricordare l’etimologia stessa del nome della collina di Posillipo – ed in particolare il repertorio napoletano barocco, classico e contemporaneo – sarà la protagonista di un confronto tra Napoli ed i compositori europei.

Inserita nell’ambito del festival Suona francese, ideata a promossa dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut Français Italia, la manifestazione, precedentemente ospitata nel 2012 ai Teatri antichi della villa del Pausilypon e nel  2013  nella straordinaria Villa Doria d’Angri à Posillipo, vedrà quest’anno esibirsi giovani artisti – tutti sotto i 30 anni di età – di eccezionale caratura artistica.

Tra gli strumentisti si segnalano la pianista Cathy Krier , in uscita con un disco con musiche di Rameau e Ligeti ed il cui recital la vedrà impegnata con Scarlatti e Rameau (L’entretien des Muses, 7 giugno); il trio Eclettica , tutto al femminile e del quale fanno parte 2 musiciste campane, che interpreterà alcune opere della compositrice Clara Schuman e di una Lili Boulanger post Beethoven (Les Spectres, 20 giugno); ed il Duo Reverso che oltre a Ravel, Franck, De Falla, e Eric Tanguy proporrà brani d’ispirazione napoletani di Gaetano Fusella (1886 -1976) detto “il Frist Kreisler napolitano”, virtuoso e compositore partenopeo tutto da scoprire (Mélancolie, 8 giugno).

Tra i virtuosi vocali si segnala il concerto del tenore franco marocchino Abdellah Lasri – Il “nuovo Pavarotti” … un timbro di rara bellezza, dolce come latte e miele” come è stato definito dalla critica in Francia – che canterà, oltre a note arie d’opera di Puccini, Massenet e Donizetti, una rarità in omaggio a Napoli: la barcarola tratta dall’opera in francese Masaniello ou le pêcheur napolitain del napoletano Carafa e l’aria da concerto di Mozart Kv431 (La Musicomanie, 22 giugno) . Grande curiosità anche per l’Ensemble a capella Epsilon (6 voci) che interpreterà  in prima assoluta, in epoca moderna, il Magnificat di Cristofaro Caresano, maestro della Cappella di San Gennaro nel 1698 (Cantar Voglio, 29 giugno).

Uno speciale approfondimento sul mandolino sarà la materia di un master gratuito per gli studenti campani e non – in programma il 12 giugno – tutto incentrato sulle opere del napoletano Raffaele Calace e del francese Laurent Fantauzzi, seguito dai concerti Folie d’Espagne (13 giugno) dell’Ensemble CBarré , con un repertorio strumentale per mandolino e corde pizziche che spazierà da Scarlatti alla musica contemporanea (con prima italiana del brano di Ivan Solano Perspective d’une absence) e Scherza l’alma (15 giugno), un excursus musicale sul periodo d’oro del mandolino che accompagna la voce, con brani di Mozart e della Scuola Napoletana – di cui alcuni inediti – scritti da Leonardo Leo, Cimarosa, Nonnini e Vinci,  frutto di un’intensa ricerca musicologica nelle biblioteche europee.

—>Programma

Il Neap Festival è realizzato grazie al sostegno ed alla collaborazione di: Institut Français Napoli, Fondazione Nuovi Mecenati, Festival Suona Francese, Comune di Napoli,  TV5MONDE, Neap Association, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Altran, Augustea, e Calace Lutai.
Per avvicinare i giovani al genere della musica da camera una tariffa eccezionale è riservato agli studenti con il biglietto a 5 € per tutti i concerti (eccetto per il concerto del 22/06 a solo 10 €). Biglietteria: www.etes.it

institutfrancais-italia.com
facebook.com/Suona.francese
twitter.com/IF_Italia (#suonafrancese)

giugno 5, 2014 - Posted by | musica | , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: