bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

I vincitori del Concorso fotografico per i 45 anni di Survival‏

survival internationalSurvival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, annuncia i dodici vincitori del suo primo concorso fotografico, lanciato in occasione del suo 45° anniversario. Il primo premio è andato allo straordinario ritratto di un ragazzo Asurini do Tocantins dell’Amazzonia brasiliana, del fotografo italiano Giordano Cipriani.

Le immagini vincitrici offrono uno spaccato dell’incredibile diversità e unicità degli stili di vita dei popoli indigeni e tribali di tutto il mondo. Le fotografie scelte immortalano, tra gli altri, i sorrisi contagiosi delle donne Igorot che abitano sulle catene montuose delle Filippine, la prestanza atletica dei Tarahumara del Messico e il salto del toro degli Hamer della Valle dell’Omo, in Etiopia.


Guarda la galleria con le foto dei vincitori

Gli altri undici classificati sono:
– Fabien Astre (uomini Mentawai nella foresta, Indonesia);
– Diego Barrero (bambini Surma, Valle dell’Omo, Etiopia);
– Arman E Barbuco (donne Igorot, Filippine);
– Christian Declerq (comunità Willoq, Perù);
– David Ducoin (giovane Tarahumara, Messico);
– Nicolas Marino Arch. (donna Tibetana, Tibet);
– Andrew Newey (uomo Adi, India);
– Partha Pratim (uomo Santhal, India);
– Johann Rousselot (donna Kondh, India);
– Sarah Sandring (tende Innu, Canada);
– Salvatore Valente (Hamer, Valle dell’Omo, Etiopia).

Le dodici foto vincitrici compongono il calendario 2015 di Survival. Saranno in mostra alla Little Black Gallery di Londra dal 2 al 16 dicembre 2014, e in altri paesi in cui Survival ha sede.

Aperto a dilettanti e professionisti, il concorso era diviso in categorie – terra, diversità umana e stili di vita – e vuole celebrare la fotografia come importante mezzo di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui popoli indigeni.

La giuria era composta dal Direttore generale di Survival Stephen Corry; dall’attrice e ambasciatrice di Survival Gillian Anderson; da Tim Allen – fotografo del programma della BBC Human Planet; dal fondatore della Little Black Gallery Ghislain Pascal; dalla consulente editoriale di Survival Joanna Eede e dalla direttrice di Survival Italia Francesca Casella.

Le immagini dovevano fornire ritratti accurati e obbiettivi dei popoli indigeni, senza falsificazioni dell’aspetto o del comportamento dei loro soggetti: nella scelta delle fotografie vincitrici, questo requisito è stato un importante criterio di valutazione” ha commentato Stephen Corry. “L’alto livello delle immagini che sono arrivate da tutto il mondo dimostra che è possibile scattare fotografie emozionanti dei popoli indigeni contemporanei senza necessariamente descriverli come ‘cattivi’ o ‘nobili selvaggi’.”

Quest’anno Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni celebra il suo 45° anniversario. Survival è stata fondata nel 1969 dopo la pubblicazione di un articolo sul genocidio degli Indiani brasiliani scritto da Norman Lewis per il Sunday Times britannico, e corredato dalle immagini potenti del celebre fotografo Don McCullin.

Immagini e approfondimenti—>QUI

Annunci

settembre 18, 2014 - Posted by | concorsi, fuori o dentro le righe? | , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: