bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Da L’Ultimo Swing a Cinzia Leone: Cultura e Spettacolo Sabato 24 Gennaio 2015 al Teatro Flavio Vespasiano di Rieti‏

Doppio appuntamento culturale Sabato 24 gennaio 2015 al Teatro Flavio Vespasiano di Rieti (Via Giuseppe Garibaldi 104).

Alle ore 17:30 presentazione del libro L’Ultimo Swing di Niky Marcelli (Teke Editore) – Prefazione di Adele Cambria.

Alle ore 21:00 Cinzia Leone in Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati!  Di Cinzia Leone e Fabio Mureddu, Regia: Fabio Mureddu, Musiche: Enrico Melozzi , Filmati: Franco Bertini – Una produzione Cristian Di Nardo.

***

L’Ultimo Swing di Niky Marcelli, giornalista giunto al suo secondo libro, si può a buon titolo inserire nel filone dei “gialli di provincia”, ambientati, cioè, non nelle grandi metropoli, ma in piccoli e medi centri.
In questo caso, nella sonnacchiosa Rieti, stretta nella morsa del gelo, due giornalisti: Candida Grillo e Giorgio Biavati, indagano in parallelo con la polizia, cercando di sbrogliare  quello che sembra un rompicapo insolubile: l’omicidio del caporedattore della locale redazione de “Il Messaggero”, nonché presidente del Golf Club.

Un racconto dal ritmo serrato e ricco di continui colpi di scena, che si dipana tra il circolo del golf e un locale notturno ricavato in una villa dal passato controverso. Tra misteriosi personaggi, ex politici trombati, arrampicatori sociali, accaniti golfisti e procuratori frettolosi, le carte si mescolano continuamente e, ogni volta che i due protagonisti pensano di avere in mano un “asso”, in realtà si ritrovano con una “scartina”. Perché l’assassino sa giocare molto bene la sua partita e si lascerà scoprire dal lettore soltanto all’ultima pagina.

Niky Marcelli, giornalista professionista e autore satirico, e’ nato a Milano ma si e’ trasferito quasi subito a New York e successivamente a Roma, dove ha risieduto fino al 2004, prima di coronare la sua vecchia aspirazione di andare a vivere in campagna. Cronista investigativo e critico di spettacolo, è stato uno dei «padri fondatori», nonché caporedattore, del settimanale satirico e di controinformazione «La Peste», per il quale ha firmato numerose inchieste. Ha collaborato con i quotidiani «L’Umanità», «Il Giornale d’Italia», «L’Avanti», «Libero» e con molte trasmissioni di successo della Rai, tra cui «Piacere Rai Uno», «In Famiglia», «Domenica In».
Come autore televisivo ha firmato nel 1993 il primo varietà prodotto e trasmesso dall’allora Tele Monte Carlo: «Specchio delle mie brame». Ha scritto per il teatro la commedia «Capolinea», rappresentata con successo nelle stagioni 1997/98 e 1998/99. Nel 2003, per i tipi di Maretti, è uscita la sua raccolta di racconti «Sotto la pergola del bar che non c’è più» Dal 2004 al 2007 ha diretto l’agenzia web «Lo Sport» Dal 2003 al 2010 ha collaborato con il settimanale di satira politica «Veleno». Attualmente lavora alla Rai, nella redazione di «Uno Mattina». Vive a Campagnano di Roma, piccolo borgo medievale alle porte della Capitale, in compagnia dei suoi libri e della sua collezione di auto d’epoca.

***

Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati! di Cinzia Leone e Fabio Mureddu, per la Regia di Fabio Mureddu, Musichedi Enrico Melozzi  e Filmati di Franco Bertini.

Fortemente incoraggiato, voluto e patrocinato dal Comune di Rieti, arriva finalmente al Teatro Flavio Vespasiano l’ultimo recital-commedia di Cinzia Leone: Mamma, sei sempre nei miei pensieri. Spostati! La graffiante autrice-interprete di decine di fortunati spettacoli teatrali e televisivi andrà in scena con uno spettacolo sulla “mammità”, a partire dal difficile distacco dal cordone ombelicale fino ai condizionamenti materni sui nostri atteggiamenti, i nostri pensieri, in pratica tutto il nostro essere. Cinzia, in un one-woman show di quasi due ore, analizzerà ironicamente (e in forma veritiera) l’impronta che ogni madre lascia sulla propria figlia, e che la figlia lascerà a sua volta sui propri figli. Interrotta continuamente sul palco da telefonate della genitrice che la sottopone a problemi di vario tipo, l’attrice viene portata a ripercorrere le origini della vita e l’evoluzione della mamma dal protozoico, l’era primordiale, al cenozoico, l’era attuale. Risate di gusto con un retrogusto amarognolo per questa produzione di Cristian Di Nardo che svela la condizione della stragrande maggioranza dei figli di un tempo immortale…

***

Infoline e prenotazioni: info@aziendedinardo.it
Biglietti in loco in vendita presso il punto Cover time, via Roma 73, Rieti

Annunci

gennaio 22, 2015 - Posted by | teatro | , , , , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: