bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

VASTO FILM FEST: Francesco Pannofino cantattore con Lino Rufo & No Gospel in “IO VENDO LE EMOZIONI” (21 agosto 2015 – #Pannofino – @linorufo)

Francesco Pannofino e Lino Rufo

Sarà una band formata dai più coinvolgenti e preparati musicisti del settore, quella capitanata dal bluesman Lino Rufo, ad accompagnare il 21 agosto, nell’ambito del Vasto Film Fest, Francesco Pannofino nel suo nuovo e primo progetto musicale: Io vendo le emozioni.

Nei suggestivi giardini napoletani di Palazzo d’Avalos, dopo la proiezione di Patria – film di Felice Farina interpretato dallo stesso Pannofino in cui è presente il brano Sequestro di Stato – il gruppo darà vita ad uno spettacolo di assoluta qualità in cui la musica – proposta in ritmi e generi diversificati – sarà la colonna sonora sui generis di brani, scritti dallo stesso Pannofino, volti a comunicare passioni e sensazioni. Un perfetto esempio di Teatro/Canzone dove il racconto dello spettacolo fa il paio con la voglia di coinvolgere ed in cui, oltre al repertorio inedito di Pannofino, si darà vita a cover, rivisitate ad hoc, di autori come De Andrè ed un tributo scintillante ai Blues Brothers. Il tutto condito da un bagaglio di attore, con una vocalità unica e personale in perfetta sintonia con il suono degli strumenti che l’accompagnano.

Per quanti abbiano già apprezzato le sue doti di interprete, doppiatore ed anchorman graffiante tra cinema, teatro e televisione, la sorpresa è assicurata: Pannofino si farà cantattore e “contastorie” usando il palco come territorio dove esprimere in maniera eclettica le sue molteplici potenzialità.

Il Vasto Film Festival è una manifestazione organizzata dal Municipio della Città del Vasto in collaborazione con TeatriMolisani soc.coop. con il sostegno del Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale.

Io-vendo-le-emozioni-3

FRANCESCO  PANNOFINO
Nato in Liguria da genitori pugliesi, durante l’adolescenza scopre il suo estro comico lavorando come animatore nelle feste e negli stessi anni inizia a calcare i palcoscenici teatrali insieme a piccole compagnie di attori non professionisti. A neanche vent’anni si trasferisce a Roma per frequentare l’università e per caso il 16 marzo 1978 si ritrova a passare
per via Mario Fani nel momento del sequestro di Aldo Moro, diventando suo malgrado uno dei testimoni oculari della strage. Si avvicina alla radio e al doppiaggio, prestando la sua voce agli eroi dei film d’azione, da Damon Wayans a JeanClaude Van Damme. Non rinuncia però al sogno di diventare un attore e, dopo aver militato per una stagione al Teatro Stabile di Trieste, entra a far parte della compagnia di Antonella Steni e nel corso degli anni Ottanta ottiene successo in teatro in coppia con Gigi Angelillo, anche lui doppiatore. All’inizio degli anni Novanta doppia Tom Hanks in Forrest Gump e Denzel Washington in Philadelphia, diventando uno dei doppiatori italiani più famosi e prestando la propria voce a George Clooney, Kevin Spacey e Antonio Banderas. Ma è proprio alla metà del decennio che anche il cinema e la televisione si accorgono di lui. Nel 1995 Luciano De Crescenzo lo chiama a interpretare un piccolo ruolo in Croce e delizia, mentre tre anni dopo è sul set di Così è la vita. Recita in alcune tra le serie televisive più seguite del momento come Carabinieri e La squadra. Negli anni Duemila il suo volto inizia a essere noto al grande pubblico: è il
‘Riccetto’ in Fatti della banda della Magliana di Daniele Costantini, Garofano, il poliziotto ossessionato dalle telefonate della moglie, in Notturno bus di Davide Marengo, e il Gatto della fiction Pinocchio targata Lux Vide. Il successo vero e proprio però arriva con il ruolo del regista René Ferretti nelle tre stagioni della sitcom Boris, che nel 2010 trova la via del grande schermo.

FILM
Ogni maledetto Natale, regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo (2014)
Patria, regia di Felice Farina (2014)
Il Pretore, regia di Giulio Base (2013) L’Arbitro, regia di Paolo Zucca (2013)
Sono un pirata, sono un signore, regia di Eduardo Tartaglia (2012)
Workers, regia di Lorenzo Vignolo (2012)
Poker Generation, regia di Gianluca Mingotto (2012)
Operazione vacanze, regia di di Claudio Fragasso (2012)
Cuore di clown, regia di Paolo Zucca (2011)
Breve storia di lunghi tradimenti, regia di Davide Marengo (2011)
Faccio un salto all’Avana, regia di Dario Baldi (2011)
Boris – Il Film, regia di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo (2011)
Maschi contro femmine, regia di Fausto Brizzi (2010)
Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, regia di Isotta Toso (2010)
Io e Marilyn, regia di Leonardo Pieraccioni (2009)
Oggi sposi, regia di Luca Lucini (2009)
L’Uomo Fiammifero, regia di Marco Chiarini (2009)
Diverso da chi, regia di Umberto Carteni (2009)
Ma questa notte è ancora nostra,  regia di Luca Miniero e Paolo Genovese (2008)
Lezioni di cioccolato, regia di Claudio Cupellini (2007)
Notturno Bus, regia di Davide Marengo (2007)
Fatti della Banda della Magliana, regia di Daniele Costantini (2005)
Honolulu baby, regia di Maurizio Nichetti (2001)
Liberate i pesci, regia di Cristina Comencini (2000)
Così è la vita, regia di Aldo, Giovanni e Giacomo (1998) Croce e delizia, regia di Luciano De Crescenzo (1995)

lino rufo

LINO RUFO
Cantautore attivo dalla seconda metà degli anni ’70 con concerti in locali dell’area romana, quali il Folkstudio o il J.S.Bar (Oggi Alexanderplatz) o il Convento occupato, ottiene un contratto dalla IT di Vincenzo Micocci, con la produzione di Gianfranco Baldazzi, e incide così (fra il 1976 e il 1979) tre 45 giri e, nel 1978, un LP Notte chiara, prodotto da Baldazzi, Verdelli, Occhiello e Schipani, disco di sanguigna schiettezza che si avvale di ottimi musicisti dell’area napoletana come James Senese, Enzo Avitabile, Ernesto Vitolo, Danilo Rustici, Patrizia Lopez e Jenny Sorrenti, con cui Rufo aveva già collaborato così come con gli Osanna o Napoli Centrale. Contemporaneamente inizia la realizzazione di un disco con Peter Kaukonen, che non vedrà mai la luce per problemi editoriali.
Nel 1979 partecipa al tour estivo negli stadi dei Pooh e in autunno fa un altro tour in vari locali italiani insieme ad altri giovani cantautori (Mario D’Azzo, Marco Ferradini, Alberto Fortis,Teresa Gatta, Francesco Magni, un allora sconosciuto Vasco Rossi, con cui aveva un grande feeling, e Vincenzo Spampinato); la sua performance al Caravel di Mantova sarà trasmessa da “L’Altra Domenica” di Arbore. Nel 1981 registra Nuovo Messico/In savana con il gruppo Albero Motore (Federico Troiani, Fernando Fera, Glauco Borrelli, Marcello Vento, Pablo Romero). Poi, a causa della crisi dell’industria discografica scompare dalle scene. Comincia però a lavorare alla RAI, sia come programmatore musicale che come conduttore (“Radio anch’io”, “Musicalmente”, “Disco contro”), sia continuando  contemporaneamente a fare concerti con vari gruppi (Hard rock cafe, Il fuso) ma anche con Ferradini, Edoardo De Angelis, Goran Kuzminac e insieme a vari musicisti dell’area romana, in trio (Fabiola Torresi e Fabiano Lelli) o in gruppo partecipando a diversi festival blues.
Ricompare nel 1998 con un nuovo album prodotto insieme a Federico Troiani, (Musicisti: Fabiola Torresi – Basso e Cori, Tina Bellandi – Cori, Giancarlo Aru – Batteria, Nicola Di Staso – Chitarre elettriche, Fabiano Lelli – Chitarre acustiche, Alex Saba – Basso, Massimetto Santalucia – Clarinetto, Bruno Marinucci – Chitarra elettrica) All’improvviso…, e forma la Lino Rufo Band suonando in varie situazioni, fra cui alcuni appuntamenti dell’Estate romana e vari festival blues (Trivento Blues con Alex Britti Louisiana Red Tony Cerqua Chicago Beau e Bruno Marinucci; Poggio Picenze Blues con Telesforo e gli Animals). Nel 2001 esce un suo nuovo lavoro,Fuggo, opera piena di calore, curato con un piacere quasi artigianale assieme ad alcuni amici romani di vecchia data (Fabiano Lelli, Fabiola Torresi, Tina Bellandi, Kim Petersen, Gianni Aquilino, Fabrizio Frosi, Luca Pirozzi, Sergio Gasperi). Rufo compone brani semplici con competenza e serenità, creando un’atmosfera distesa che pervade anche le composizioni che presentano toni più blues. Trascorre poi un lungo periodo di attività  live, in cui si confronta con validi musicisti dell’area Roma-Napoli (Ezio Lambiase, Pierpaolo Ranieri, Pasquale Ricci, Pierluca Taranta, Marco Rovinelli, Riccardo Damiani, Fabrizio La Fauci, ecc.).
Fonda successivamente una band, Bluemystic, in cui militano, al basso e alla chitarra, i figli Lalla e Yuki, oltre al batterista Fabio Rotondo, insieme a cui ha dato vita al nuovo lavoro Odilaria (Dicembre 2006), dove sono ospiti Fabiano Lelli, Bruno Marinucci, Massimiliano Rosati e Paolo De Stefani. Questa band dal vivo si avvale della collaborazione del sassofonista Carletto Conti. Ultima creatura i noGospel (con Yuki Rufo, Emanuele Gasperi, Pierpaolo Ranieri, Daniele Natrella, Carlo Conti e Davide Di Pasquale, con cui registra il disco Swing low…), misto di blues infuso di spirito jazz & blues acustico in stile New Orleans.
Ha di recente arrangiato e suonato tutti i brani contenuti nel primo album dell’attore Francesco Pannofino dal titolo Io vendo le emozioni.
www.linorufo.it

CALENDARIO del GIORNO

Venerdì 21 agosto – Night in Blues

Cine Lab Rossetti

ore 17:00 – Incontri filmaker con Agostino Ferrente

a seguire: GIÙ IL SIPARIO di Giulio Rubinelli – anteprima

Cine Palazzo D’Avalos:

ore 19:30 – Giardini napoletani

mostra fotografica Bellezze al Bagno

CineAperitivo con Soundtrack DJ set  

ospiti: Felice Farina e Francesco Pannofino, Salvatore Piscicelli e Carla Apuzzo, Luigi Luciano

ore 21:00 – Cortile – La madre di tutte le pellicole

PATRIA di Felice Farina

a seguire incontro con: Felice Farina e Francesco Pannofino

ore 23:00 – Giardini napoletani – CineConcerto

Francesco Pannofino, Lino Rufo & Nogospel in IO VENDO LE EMOZIONI

Music Film Arena: A me me piace ‘o Blues

ore 21:30 – in ricordo di PINO DANIELE, Salvatore Piscicelli presenta

BLUES METROPOLITANO di Salvatore Piscicelli (1985)

ore 23:30 – A me me piace ‘o Blues

BLUES BROTHERS di John Landis (USA, 1980)

Movie Beach Arena South Est Coast & Adriatic Contest

ore 21:00 – FOCACCIA BLUES di Nico Cirasola

presentano il film Nico e Luca Cirasola

presenta

ore 22:00 – ITALIANO MEDIO di Maccio Capatonda con Luigi Luciano

A seguire: incontro con Luigi Luciano

ore 23:30 – Prospettiva Zalone

CHE BELLA GIORNATA di Gennaro Nunziante con Checco Zalone

Sito ufficiale: http://www.vastofilmfest.it/

Pagina ufficiale Facebook: https://www.facebook.com/vastofilmfest

Annunci

agosto 20, 2015 - Posted by | cinema, eventi, festivals, musica | , , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: