bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Festival “ORLANDO. Identità, relazioni, possibilità” – Ospite d’onore la regista iraniana ANAHITA GHAZVINIZADEH

È Anahita Ghazvinizadeh, giovane e acclamata regista iranianal’ospite d’onore della quinta edizione di Orlando. Identità, relazioni, possibilità, il festival queer dedicato a identità, generi e rappresentazioni del corpo che si svolge a Bergamo dal 15 al 20 maggio 2018.

Ghazvinizadeh presenta per la prima volta in Italia il suo film They, selezionato a Cannes e apprezzatissimo da pubblico e critica all’ultimo Torino Film Festival.

E non è l’unica ospite internazionale: ci sarà anche Liz Aggiss, esplosiva performer inglese, che apre le danze della programmazione teatrale di Orlando portando in scena il suo spettacolo Slap & Tickle, vincitore del Total Theatre Award al Festival di Edimburgo 2017.

Il programma di Orlando 2018 comprende più di 30 proposte in sei giorni: film in anteprima, spettacoli di teatro e danza, ospiti internazionali, mostre, workshop per tutte le età. Gli appuntamenti del festival si svolgono in diversi luoghi della città e l’organizzazione, a cura dell’associazione culturale Immaginare Orlando e di Laboratorio 80, vede la collaborazione di oltre 50 diverse realtà tra enti istituzionali e organizzazioni culturali.

Sarà proprio l’anteprima del film They l’evento di punta della prima giornata del festival: viene presentato martedì 15 maggio, alle 21 all’Auditorium di Piazza Libertà alla presenza della regista, lo stesso giorno in cui il film esce nelle sale italiane distribuito da Lab 80 film.

Prodotto con il supporto di Jane Campion, They è la storia di un quattordicenne di Chicago dall’identità sessuale non definita che decide di sospendere, anche con cure mediche, la propria appartenenza ad un genere e che dovrà decidere se effettuare la transizione, perciò se essere uomo o donna. Un racconto delicato e potente sulla difficile lotta per la propria identità di un adolescente, capace di rendere la solitudine della scelta senza dare facili giudizi morali.

La presenza a Bergamo di Anahita Ghazvinidazeh è la prima tappa del tour italiano di presentazione del film della regista.

Ghazvinidazeh, classe 1989, iraniana trasferitasi negli Stati Uniti, nel 2013 è stata selezionata da Filmmaker Magazine tra i 25 volti nuovi del cinema indipendente internazionale. Tra gli altri premi, ha vinto la prima edizione del premio Cinéfondation al Festival di Cannes e l’Hugo d’argento al Chicago International Film Festival.

La seconda ospite internazionale di Orlando 2018 è l’incredibile Liz Aggiss: esplosiva, graffiante, ironicissima performer inglese che mercoledì 16 maggio, alle 20,30 all’Auditorium di Piazza Libertà, mette in scena il suo Slap and Tickle, spettacolo con cui ha vinto il Total Theatre Award al Festival di Edimburgo 2017.

Presentato finora in Italia soltanto una volta, Slap and Tickle indaga la morale e i tabù sessuali, attraverso una carrellata politicamente scorretta sulle donne. Contraddizioni e visioni non risparmiano nessuno: ragazze, madri, prostitute e anziane. Liz Aggiss dà vita a un condensato fatto di movimento espressionista, music hall, cambi d’abito, giocoleria e manipolazione, muovendosi tra storia e racconto personale.

Aggiss, coreografa, performer e artista inglese, negli ultimi 40 anni ha dato un’impronta inconfondibile alla danza contemporanea, rompendo ogni barriera tra arte elitaria e cultura popolare. Vincitrice del Bonnie Bird Choreography Award 1994, è – tra le altre cose – Professore Emerito in Visual Performance all’University of Brighton.

La serata è organizzata in collaborazione con il Festival Domina Domna.

Spiega Mauro Danesi, curatore del festival: «Orlando è un festival che non vuole aver paura di affrontare la complessità. Per questo abbiamo deciso di dedicare la quinta edizione al tema del coraggio: non quello appariscente e costruito ma un coraggio meno visibile, tenace e costante, che è caratterizzante l’agire della cultura. Questa edizione si concentra sempre più sulle relazioni nazionali e internazionali, sull’ampliamento dell’immaginario e dell’orizzonte del possibile, per conoscere le differenze e praticare la libertà».

Presto sarà reso noto il programma completo del festival, che da quest’anno ha un nuovo sito web dedicato: www.orlandofestival.it.

Orlando. Identità, relazioni, possibilità è organizzato da Associazione Culturale Immaginare Orlando e Laboratorio 80.

Con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bergamo; con il patrocinio di Provincia di Bergamo, Tavolo Permanente contro l’Omofobia, Università degli Studi di Bergamo. Con il sostegno di Comune di Bergamo, Fondazione A.J. Zaninoni, CGIL Bergamo, Arci Bergamo, COOP Lombardia. Con la collaborazione di Lab 80 film, Festival Danza Estate, Accademia di Belle Arti G. Carrara, TTB Teatro tascabile di Bergamo, Qui e Ora residenza teatrale, Toilet Club Milano, Avvocatura per i diritti LGBTI-Rete Lenford, Bergamo Contro l’omofobia, LesbichexxBergamo, ArciLesbica Libera Bergamo, Arcigay Bergamo Cives, Proud to be, Festival Domina Donna, Centro Isadora Duncan, Associazione Alilò Futuro Anteriore, Bergamo Film Meeting, LAGOstore Bergamo, NOAM – Nuova Officina Arti e Mestieri, Toolbox Bergamo, Libreria Palomar, Fiera dei Librai Bergamo, HG80, Consorzio Solco Città Aperta, Libreria Spazio Terzo Mondo, L’ORA – Osservatorio sui Segni del Tempo, Negozio Leggero, Bergamo Vegan, Bistrot Afrodita, Le Bertole®.

Festival partner: Gender Bender Bologna, Sicilia Queer Filmfest Palermo, Festival MIX Milano, Sardinia Queer Short Film Festival Cagliari, What You See Festival Utrecht, Paesi Bassi.

Orlando. Identità, relazioni, possibilità aderisce a Educare alle differenze – Rete Nazionale.

aprile 21, 2018 - Posted by | festival | , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: