bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

FOCUS YOUNG MEDITERRANEAN AND MIDDLE EAST CHOREOGRAPHERS 2018

Un’occasione unica di conoscenza e di esperienza del multiforme panorama della giovane danza del Mediterraneo e Medio Oriente

Al via la seconda edizione del Focus dedicato ai giovani coreografi del Mediterraneo e Medio Oriente atto a favorire la conoscenza e lo scambio di pratiche performative tra gli artisti stranieri e le realtà del territorio italiano legate al mondo della danza.

Presentato ufficialmente a Roma, presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali che insieme ai locali Istituti Italiani di Cultura dei Paesi coinvolti lo sostiene, il progetto nasce dalla condivisione di intenti di alcune tra le più significative strutture italiane dedite alla danza contemporanea e ospiterà fino a settembre performance e workshop in ben quattordici festival italianiFocus Young Mediterranean And Middle East Choreographers – che per l’edizione 2018 accorperà tre nuove compagini -amplia così la propria dimensione geografica e la propria azione di mobilità artistica e dialogo interculturale invitando, da Torino a Catania, artisti provenienti da contesti complessi quali la Siria e l’Iran, oltre a MaroccoTunisiaLibanoEgitto e Italia.

Nello specifico, il Focus realizzerà serate di spettacolo e sessioni di lavoro, presentazioni di spettacoli in short e long format, offrendo ai giovani coreografi selezionati diverse residenze artistiche e occasioni di approfondimenti tematici tramite incontri con altri artisti e con il pubblico, organizzando seminari e masterclass, e puntando in particolare sullo scambio di pratiche performative tra gli artisti e le realtà del territorio italiano per incentivare l’avvio di nuovi progetti condivisi.

Sina Saberi (Iran), Mithkal Alzghair (Siria), Radouan Mriziga (Marocco), Radhouane El MeddebSeifeddine Manai(Tunisia), Jadd Tank/Nora Alami (Libano/Marocco), Tommaso MonzaGiovanna RovedoJacopo Jenna (Italia)  Shady AbdelrahmanIbrahim Abdo (Egitto), Bassam Abou Diab (Libano), Suhaee Abro (Pakistan) sono gli artisti e i linguaggi selezionati che al di là delle differenze stilistiche, portano comunemente avanti ricerche sostenute da un repertorio di elementi simbolici e poetici che tracciano e inventano nuovi universi.

Il Focus, che ha anche generato numerosi inviti a Compagnie italiane nei Festival di Marrakech, Tunisia, Beirut, Amman e Ramallah, è un progetto in collaborazione con la BIPOD/Beirut international platform of dance e la Maqamat Dance Theatre di Beirut.

IL PROGRAMMA

FOCUS YOUNG MEDITERRANEAN AND MIDDLE EAST CHOREOGRAPHERS 2018

Un’iniziativa concepita ed in collaborazione tra:

ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo (Festival Corpografie) – Pescara
Associazione Armunia (Festival Inequilibrio) – Castiglioncello (LI)
Associazione Culturale Basilicata 1799 (Città delle 100 scale Festival) – Potenza e Matera
Associazione Culturale Danza Urbana (Danza Urbana Festival) – Bologna
Associazione Culturale Mosaico Danza (Festival Interplay) – Torino
Associazione Triangolo Scaleno (Festival Teatri di Vetro) – Roma
C.L.A.P.Spettacolodalvivo (La Strada Festival) – Brescia
Anghiari Dance Hub – Anghiari (AR)
Cross Festival – Verbania (VCO)
Fondazione Fabbrica Europa per le Arti Contemporanee (Festival Fabbrica Europa) – Firenze
La MaMa Umbria International (in collaborazione con Festival dei 2Mondi) – Spoleto (PG)
Marche Teatro (Inteatro Festival – rassegna Marche Teatro Danza) – Polverigi (AN)
Scenario Pubblico / Compagnia Zappalà Danza – Catania
Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza (Festival Danza in Rete) – Vicenza

Il progetto è sostenuto da La Francia in Scena, stagione artistica dell’Institut francais Italia/Ambasciata di Francia in Italia

Ufficio stampa: Elisabetta Castiglioni

Maggio 15, 2018 - Posted by | danza |

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: