bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Marco Tullio Barboni trionfa ex aequo con Andrea Scanzi al Premio letterario Internazionale Montefiore

L’Associazione culturale “PEGASUS CATTOLICA”, con il Patrocinio della Regione Emilia Romagna e del Comune di Montefiore Conca, ha organizzato la 8^ Edizione del Premio letterario Internazionale Montefiore articolato in cinque sezioni in concorso.

Nella sezione a tema libero Libro edito di Narrativa, di Poesia o di Saggistica in lingua Italiana in vernacolo o Straniera ad arrivare al primo posto ex aequo sono stati Marco Tullio Barboni con un altro  illustre protagonista: il giornalista e saggista italiano  Andrea Scanzi, che ha vinto con l’opera Renzusconi. L’allievo ripetente che (non) superò il maestro, Prefazione di Marco Travaglio, Roma, Paper First.

Marco Tullio Barboni, invece, ha conquistato l’ambito primo posto con “…e lo chiamerai destino”, Kappa Edizioni.

Sceneggiatore, regista e scrittore, Marco Tullio Barboni appartiene ad una illustre famiglia che ha segnato tratti importanti del cinema italiano d’Autore. Lo zio Leonida è stato un magistrale direttore della fotografia, amatissimo da Anna Magnani; il padre Enzo, prima operatore alla macchina poi direttore della fotografia ed infine regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher, ha legato gran parte della sua fama a film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e all’indimenticabile filone dei fagioli western. Frequentatore di set fin da bambino, è stato lui stesso regista e sceneggiatore, ed ha proseguito la carriera familiare con caparbietà e notevole talento. Uomo di profonda cultura e variegati interessi, vede però il suo prossimo futuro come scrittore ed autore di nuovi testi teatrali, da tradurre anche in lingua inglese e magari da esportare in America.

“…e lo chiamerai destino” è stato nel 2015 il  primo libro del Barboni, e già  si trova tradotto ed immesso da tempo nel mercato americano.

La versione inglese, acquistabile attraverso Amazon, ha il titolo “…and you  will call it fat­e”.

Da quando è  stato presentato al pubblico italiano a marzo 2016, questo testo letterario ha fatto molta strada, ed ha inaugurato una brillante carriera come scrittore del suo Autore, che ha riscosso soddisfazioni e riconoscimenti anche con il secondo lavoro “A spasso con il mago. Merlino e io ” (Viola Editrice).

“…e lo chiamerai destino”  è un opera molto originale scritta totalmente in forma dialogica (modalità ripetuta da Barboni anche nel suo secondo libro):esperimento assai raro ed indicativo della padronanza della materia da parte dell’autore. Il libro racconta di un dialogo impossibile quanto affascinante: quello tra il conscio e l’inconscio del protagonista,  visti,nell’occasione,  come  antropoformizzati in personaggi del più celebrato degli spettacoli, quello della vita. Un faccia a faccia  raccontato come mai prima in cui i lettori partecipano al confronto animato,sorprendente,sfrontato e rivelatore tra le due entità a cui è affidata la più grande delle responsabilità:quella di scegliere.

Il sito di Marco Tullio Barboni: marcotulliobarboni.com

Per maggiori info sul suo volume vincitore (ex aequo)  del Premio Montefiore 2018: www.elochiameraidestino.com

agosto 20, 2018 - Posted by | cultura, editoria | , , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: