bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Presentazione del romanzo CUORINERI di Simona Pino d’Astore

Graus Edizioni presenta, presso la Sala dell’Università PALAZZO GRANAFEI NERVEGNA (Via Duomo, 20 BRINDISI), Sabato 13 aprile 2019 ore 18:30 il volume CUORINERI – Il direttore di Simona Pino d’Astore.

Intervengono con l’autrice i personaggi principali del libro: Luigi Patisso detto Il Direttore, Franco Altavilla detto 14 e Luigi Narcisi detto Il Pazzo 

Modera Isabel Martina – Criminologa investigativa 

Reading a cura di Elda Donnicola – Giornalista

***

Se nasci in un posto dove la battaglia quotidiana per sopravvivere è ormai sfociata in una guerra, non sei un bambino, non puoi permetterti di avere un’anima. Sei solo una vittima ignara di altre vittime, sei un condannato, anche se ancora non lo sai.

Continua a leggere

Annunci

aprile 9, 2019 Posted by | eventi, libri | , | Commenti disabilitati su Presentazione del romanzo CUORINERI di Simona Pino d’Astore

Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: ROMA, MAGNIFICENZA E SCEMENZA

La Galleria Colonna è aperta solo il sabato mattina e c’è la fila. Tutto bene organizzato come ai Musei Vaticani e con prezzi altrettanto salati. Ma vale la pena andarci perché il salone è un insuperabile esempio di magnificenza. Grande, luminosissimo, pieno di belle opere d’arte, e soprattutto concepito con un gusto, certo barocco e quindi carico, ma così armonioso che il sovrappeso neanche si sente.

Quello che invece colpisce il nostro occhio perfido in  mezzo a tanto buon gusto è una vera e propria scemenza messa in opera, non certo molto tempo fa, da qualche curatore forse fiducioso nella disattenzione dei visitatori.

Ecco di che si tratta: sotto tutte le finestre di un lato del salone sono murati, probabilmente fin dal momento della costruzione, magnifici frammenti di scultura romana.

I frammenti sono sempre lì, ma a un certo punto la direzione deve aver deciso di installare il riscaldamento. E dove hanno sistemato i caloriferi? Proprio davanti ai magnifici frammenti. Prima dell’intervento hanno pensato bene di fotografare le opere, poi hanno montato i radiatori e di fronte ci hanno piazzato dei pannelli a colori con le retrostanti sculture fotografate.

Continua a leggere

aprile 9, 2019 Posted by | le lune_dì stefano torossi, il cavalier serpente | , , | Commenti disabilitati su Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: ROMA, MAGNIFICENZA E SCEMENZA

A TU PER TU CON: GRAZIA DI MICHELE e il suo nuovo progetto musicale sulle donne (7 e 8 aprile, Teatro Golden)

La rassegna A TU PER TU CON… in scena al Teatro Golden di Roma, ospiterà in anteprima, il 7 ed 8 aprile, il nuovo progetto artistico di Grazia Di Michele: Sante Bambole Puttane, un racconto-concerto in musica dedicato ad alcune donne perdute nel fiume della grande storia, anime indomite cui restituire corpo, memoria e  dignità attraverso il canto, la poesia, il teatro.
“Non si tratta di raccontare donne celebri, personalità di spicco del nostro mondo o della storia – afferma la cantautrice che sarà in scena con il suo quintetto – I ritratti che intendiamo “dipingere” con musica e parole sono quelli di bambine, adolescenti, giovanissime donne che attraversano il mondo, la nostra stessa vita, come ombre cui è negato ogni diritto di esistere davvero. Donne su cui gli uomini a volte proiettano  le proprie fantasie, ignorando e negando la loro essenza: Lora vive ad Amsterdam, dietro una vetrina, per essere guardata e desiderata dagli uomini, e qui ci ha passato l’adolescenza; Amina è partita dall’Africa su un gommone stracarico, scappava dalla guerra e dalle violenze in cerca di una possibilità di vita; Raya ha visto le distese di neve abitate dai Nenet e dalle renne diventare nere di petrolio… Queste sono alcune delle  storie di donne cui è negato il diritto all’infanzia, ad una scelta, ad una possibilità di avere voce, di lasciare una propria impronta, anche piccola nel mondo  ma che lottano comunque”.
La sua performance sarà preceduta dal concerto della cantautrice toscana Giulia Pratelli.

Continua a leggere

aprile 5, 2019 Posted by | eventi | , , , | Commenti disabilitati su A TU PER TU CON: GRAZIA DI MICHELE e il suo nuovo progetto musicale sulle donne (7 e 8 aprile, Teatro Golden)

Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: ROMA, LA GRANDE EFFICIENZA

Tutto comincia con una perentoria lettera spedita al nostro condominio dall‘Italgas in cui si annuncia che nella fascia oraria fra le 13.30 e le 16.30 del 18 settembre 2018 il personale della CONUS TECNOLOGY S.p.A, da loro autorizzato, effettuerà gratuitamente la sostituzione del vecchio contatore con uno nuovo, elettronico e in grado di teletrasmettere la lettura al loro centro dati.

Magnifico: siamo per l’innovazione, quindi ci prepariamo alla visita. Alle 13.30 precise (oh sorpresa per noi abituati all’approssimazione romanesca) si presentano due tecnici che ispezionano ben bene i contatori, e poi: “Dottò, a sostituzione nun se po’ fa’ perché ce stanno ancora li tubbi de piombo”, e se ne vanno.

Non essendo esperti nel ramo ci nasce una curiosità, che peraltro rimarrà insoddisfatta, sul collegamento fra tubi di piombo e sostituzione dell’apparecchio, ma soprattutto ci viene da pensare che quando una ditta manda degli operai a fare una qualche operazione, dovrebbe almeno sapere se questa operazione si può fare; e se no, perché no.

Insomma, da qualche parte ci dovrebbe essere un archivio aggiornato.

Vabbè, mettiamo la lettera nel cassetto e non ci pensiamo più.

Continua a leggere

aprile 3, 2019 Posted by | le lune_dì stefano torossi, il cavalier serpente | , , , | Commenti disabilitati su Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: ROMA, LA GRANDE EFFICIENZA

In arrivo il concerto “Palabras de Amor” di Pepito Torres, a Roma il 18 maggio

Nasce a Tangeri in Marocco da genitori spagnoli, ma abita in Italia da cosi’ tanto tempo che il nostro Paese lo considera il suo. In arte per tutti è Pepito Torres: una vita trascorsa nella Fotografia ai massimi livelli, ma con una passione mai sopita: l’amore per la musica. Le canzoni ed i ritmi Pepito li ha nel sangue, ed ha sempre cantato anche prima di studiare, durante le infinite riprese fotografiche fatte negli anni alle persone incontrate e ai paesaggi più disparati che ha conosciuto in tutto il mondo.

La professione di fotografo  la inizia nel 1972. Ha lavorato negli anni 70/80 come fotografo ufficiale al Teatro dell’Opera di Roma per i balletti, ed ha potuto lavorare a stretto contatto con personaggi del calibro di  Nureyev, Vassilyev, Carla Fracci, e tanti altri. Poi, chiamato dal Teatro di Roma (Teatro Argentina), nel tempo  ha arricchito il suo archivio di tutti i mostri sacri del teatro importante dell’epoca.

Anche talent scout di successo (da ricordare che è merito suo, ad esempio,  il lancio estetico dell’immagine con cui Heather Parisi è arrivata al successo;  Pepito l’ha fotografata sin dagli albori della sua carriera di ballerina, e l’obbiettivo di Pepito partori’ immagini che finirono in decine di copertine nazionali).

Continua a leggere

marzo 29, 2019 Posted by | eventi | , , , | Commenti disabilitati su In arrivo il concerto “Palabras de Amor” di Pepito Torres, a Roma il 18 maggio

Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: IL CICLISTA

24 marzo 2019. Domenica ecologica. Uno dei pochi momenti, a Roma, in cui un ciclista può considerarsi quasi al sicuro dai pericoli del traffico a motore che normalmente ignora completamente quello a pedale (per la verità noi abbiamo visto qualche incrocio in cui l’automobilista non ignorava affatto il ciclista, anzi lo puntava proprio come se volesse abbatterlo).

Al di fuori di queste giornate, però, possiamo dire con sicurezza che l’uomo su due ruote, per quanto attento stia, rischia ogni minuto la pelle: in giro per le strade della capitale; furgoni impazziti che investono colonne di velocipedisti su presunte tranquille strade di campagna; poliziotti in assetto antiguerriglia che caricano un raduno di ciclisti in piazza a Torino “Pensavamo che ci fosse un agente in pericolo” (la giustificazione della polizia. Cronaca di Torino, 21 marzo) e così via; ogni giorno c’è una notizia di nera che coinvolge il:

Ciclista Martire.

E però (sempre di Roma parliamo), che scoramento, che inciviltà, che schifo le bici del programma bike sharing abbandonate, buttate nel Tevere, cannibalizzate e vandalizzate che negli ultimi tempi si vedono a ogni angolo di strada, dai ponti, nei parchi. Evidentemente dalle nostre parti questo programma non funziona. C’è chi dice che tutto dipende da una cattiva organizzazione del servizio. Noi siamo convinti che dipenda semplicemente dalla cattiva educazione degli utenti.

Per non parlare dei ruderi di biciclette di proprietà, lasciate incatenate a qualche palo sui marciapiedi, che nessuno porta via. Talvolta sdraiate per terra, talvolta accartocciate, rimaste solo telaio, ma con un sacco di pericolose punte sporgenti alle quali prima o poi si rischia di agganciarsi e strapparsi qualcosa: pantaloni, ma anche brandelli di pelle.

Si tratta del Ciclista Maleducato.

A questo punto ci infiliamo il giubbotto antiproiettile, perché sappiamo che in molti se la prenderanno con noi. Stiamo per affrontare il Ciclista Prepotente

La prima volta fu ad Amsterdam. Stavamo passeggiando, e fu il panico quando ci trovammo circondati da ciclisti. Prepotenti e senza campanello. Sui marciapiedi, nelle zone pedonali, i padroni erano loro. Un’arma letale. Sbucavano da tutte le parti, veloci, silenziosi e intolleranti, come sa essere la gente del nord quando gode di un diritto acquisito.

Da quel momento ci nacque nel cuore un sentimento che mescolava al rispetto anche l’odio, naturalmente inconfessabile (sarebbe come prendersela con la foca monaca o il colibrì della Guyana, entrambi, come è noto, in via di estinzione). Il ciclista rappresenta la purezza dell’aria e dei sentimenti, si potrebbe quasi dire la natura. Non si può odiarlo. Bisogna solo rispettarlo e amarlo per quello che fa per l’anima ecologista di quelli di noi che ce l’hanno.

Chissà a quanti automobilisti è capitato, di notte in qualche strada buia di periferia di trovarsi a pochi millimetri dalla ruota posteriore di una bicicletta, cavalcata da un essere vestito di scuro, rigorosamente sprovvista di qualsiasi segnalazione luminosa, che procede alla sacrosanta velocità di un velocipede urbano; venti all’ora, se va bene, mentre l’auto, anche con un pilota  prudentissimo, va almeno al doppio. Roba da infarto.

Noi, come probabilmente anche voi, abbiamo molti amici ecologisti o sportivi, o solo radical-chic che vanno in bici. Intendiamoci, andare in bicicletta a Roma è ben diverso che farlo a Bologna o a Rovigo, dove gli automobilisti sono abituati alla convivenza e i dislivelli sono zero. Molti di questi nostri amici usano la bici più come principio, che come mezzo di trasporto, dato che in una città di salite come Roma, si arriva prima a piedi.

Tanto di cappello. Ma poi però, perché vanno senza luci di notte, che è un suicidio? “Perché ci siamo dimenticati di comprare le batterie; perché fa più fico; perché comunque sono gli automobilisti che devono stare attenti”. E di fronte a un timido suggerimento che anche la città più civile è una jungla con i suoi predatori e le sue prede ti seppelliscono di indignazione. Non è il povero animale indifeso (come obiettivamente è un ciclista nel mondo motorizzato) che in natura deve stare attento per salvare la pelle. E’ l’ambiente che deve stare attento a lui. Pura, criminale utopia.

Purtroppo spesso il ciclista per principio (non certo quello per necessità, che ancora esiste, anche se non sono più tanti come negli anni cinquanta) è un integralista fanatico, e come tale non ascolta, rivendica. Piste ciclabili, sacrosante; ma se non ci sono, via! sul marciapiedi a zigzagare in silenzio (il silenzio, questa è l’arma letale del ciclista) fra i pedoni.

Naturalmente poi gli incidenti accadono, e ci dispiace. Ma a pensarci bene, la responsabilità non sarà mica sempre solo da una parte, no?

(Immagini fornite dal Cavalier Serpente)

***

L’archivio del Cavalier Serpente, o meglio la covata di tutte le sue uova avvelenate, sta al caldo nel suo blog.

Per andare a visitarlo basta un click su questo link: www.ilcavalierserpente.it

marzo 26, 2019 Posted by | le lune_dì stefano torossi, il cavalier serpente | , , | Commenti disabilitati su Le Lune_dì Stefano Torossi, il Cavalier Serpente: IL CICLISTA

CANZONE D’AUTRICE: IL BANDO DEL 15° PREMIO BIANCA D’APONTE

È il regno della canzone d’autore al femminile: si tratta del Premio Bianca d’Aponte, l’unico concorso in Italia riservato a cantautrici.

Le finali della 15a edizione si terranno il 25 e 26 ottobre ad Aversa al Teatro Cimarosa, diventato ormai uno dei palchi più importanti per la canzone di qualità in Italia. Ma la macchina dell’organizzazione, che si avvale della direzione artistica di Ferruccio Spinetti, è già avviata: le protagoniste saranno, ovviamente, le artiste provenienti da ogni parte d’Italia, senza distinzioni di genere, che saliranno sul palco del Cimarosa.

Per partecipare alla selezione basta iscriversi seguendo le modalità del bando disponibile su: www.premiobiancadaponte.it e www.biancadaponte.it .

La partecipazione è come sempre gratuita, mentre la scadenza per le iscrizioni è fissata al 27 aprile 2019.

Continua a leggere

marzo 26, 2019 Posted by | musical | | Commenti disabilitati su CANZONE D’AUTRICE: IL BANDO DEL 15° PREMIO BIANCA D’APONTE

MORGAN apre la rassegna A TU PER TU CON… (23-24 marzo, Teatro Golden)

Al Teatro Golden Morgan aprirà la rassegna A TU PER TU CON… il 23 e 24 marzo con un doppio spettacolo a sorpresa! Ad anticipare la sua performance al pianoforte ci sarà il cantautore romano Davide Valeri.

Continua a leggere

marzo 22, 2019 Posted by | eventi | , , , | Commenti disabilitati su MORGAN apre la rassegna A TU PER TU CON… (23-24 marzo, Teatro Golden)

LE MANI SULLE MACERIE: anteprima nazionale del corto sulle tematiche “di frontiera” dei terremotati

Verrà presentato in anteprima martedì 26 marzo alle ore 18 presso lo spazio WEGIL di Roma il cortometraggio LE MANI SULLE MACERIE, un lavoro di estrema attualità che affronta le tematiche di “frontiera” contestuali alla ricostruzione dei borghi terremotati. Scritto e diretto da Niccolò Riviera e prodotto da WAVE CINEMA, il film è interpretato da Matteo Leoni, Fabrizio Ferracane, Augusto Zucchi, Pino Calabrese e con la partecipazione straordinaria di Sandra Milo.

Continua a leggere

marzo 22, 2019 Posted by | cinema | , | Commenti disabilitati su LE MANI SULLE MACERIE: anteprima nazionale del corto sulle tematiche “di frontiera” dei terremotati

Experimental Jazz – The new classjazzpo, nuovo album di Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone

Experimental Jazz – The new classjazzpo, il nuovo album della cantautrice e compositrice palermitana Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone. Accompagnato  su YouTube dal  videoclip del brano “Rebirth”.

Prodotto dalla stessa Maryanna (FaMa Music International), e distribuito da Wondermark Advertising e The Orchard Music Distribution, è composto da sette braniquattro inediti e tre cover, “A night in Tunisia”, Round midnight” e “Crystal silence”, riadattate ed arrangiate da lei.

Un disco in cui la cantautrice  ha voluto sperimentare e creare un jazz rivoluzionario rispetto al tradizionale, dando vita al ‘classjazzpo’, un ‘genere’ con cui si è rivolta  ad un pubblico più ampio, con l’obiettivo di avvicinare al jazz anche le persone che non amano particolarmente questo genere. Un insieme di conoscenze dalla  musica classica orchestrale, al jazz ed alle sonorità pop. Un bagaglio di esperienza musicale, recepito in tanti anni di studi e di pratica.

Il disco ha una doppia destinazione , il fisico sarà  venduto in Europa su Amazon completo delle cover, mentre l’album in digitale è distribuito in tutto il mondo in formato Ep contenente esclusivamente gli inediti.

Continua a leggere

marzo 22, 2019 Posted by | musica | , | Commenti disabilitati su Experimental Jazz – The new classjazzpo, nuovo album di Marianna Fasone in arte Maryanna Phasone