bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

A BAHIA NOS PALCOS DO MUNDO, DE NOVO By Sue Menezes

Salvador e o Brasil, mais uma vez, estarão representados musicalmente, na Suíca, pela batuta de uma baiana aguerrida e criativa que há 13 anos desembarcou naquele país. Trata-se de Jô Queiroz, cidadã do mundo, artista polivalente e produtora independente de respaldo naquele país.
Á frente do festival JAM SESSION OPEN AIR Montreux, na sua primeira edição em Setembro de 2012, Jô Queiroz inovou na proposta de trabalho com o seu novo evento.
O festival será a celebração entre o universo da música, mundialmente conhecido, de Montreux e a sua já longa parceria com a musicalidade brasileira, todos sob a custódia da música instrumental, em essência. A Place du Marché couvert, receberá artistas da Bahia (nativos ou naturalizados), como Armandinho Macêdo, MDM Percussion, Mario Ulloa, Octavio Liochi, Frank Negrão, Anderson do Samba, e outros que compartilharão suas sonoridades, experiências e alegria de tocar com artistas convidados da Europa e USA, Cor des Alpes Suisse , Vallet- Ischer, Laurent Gavard, Aldo Brizzi e Reis Alter.
O Evento – JAM SESSION OPEN AIR– conta com a multifacetada identidade de sua realizadora, Jô Queiroz, e a sua Associação Cultural sediada na região helvética, a Berimbau Events. Diletante e apreciadora das artes da sua cidade natal, tendo convivido desde muito cedo com expressões variadas de dança, teatro, artes plásticas e muita música (seu pai é o fundador do Afoxé Monte Negro, tradicional no Engenho Velho de Brotas), se permitiu experienciar nos corais do conceituado regente Angêlo Rafael ,Keiller Rêgo, no teatro de Carlos Betão, Harildo Deda na dança com o Negrizu Santos (expoente da dança afro na Bahia) e nas artes plásticas, enebriou-se por aquele que além de vizinho e amigo particular da sua família fora sua maior referência espiritual e de contemplação artística, Pierre Verger Fatumbi.
A Bahia, com a sua graça e brejeirice, conquista o mundo. E os seus personagens, a exemplo de tantos profissionais, produtores e artistas do universo mais proeminente dessa terra, que é a Arte, sempre conquistam espaços importantes de reverberação. Jo Queiroz, certamente, é parte dessa Bahia viva hoje, como ela mesma confirma « a Bahia nunca me abandonará, nem no coração, nem nos meu projetos e vida! ».
A JAM SESSION OPEN AIR, está respaldada pelo consulado brasileiro em Genéve e terá a cobertura de mídia da Allinfo.it e da revista italiana Sarapgebe. O evento promete consolidar-se como um importante espaço de celebração da primeira edição, um espaço para homenagear o centenário de Jorge Amado.
A brasilianista Antonella Rita Roscilli, biógrafa oficial de Zélia Gattai e correspondente na Itália da Fundação Jorge Amado ministrará uma palestra temática sobre o famoso escritor. Será apresentado ao público do evento a premiere do documentário “Da Salvador-Bahia a Montreux: omaggio al Centenario di Jorge Amado” de Giovanni Pirri  (allinfo.it) e Antonella Rita Roscilli (Sarapegbe.net)
O documentário faz parte da coletânea de reportagens especiais sobre a Italia, a Suíça e o Brasil na obra de Amado, mesclando literatura, música e muitos depoimentos sobre o mestre baiano.
O evento promete reunir além da excelente música, programação transversal (palestras, vídeos e etc), stands gastronômicos, stands promocionais de turismo nacional e local e stands de expressões diversas do multiculturalismo que representa o nosso estado.

agosto 22, 2012 Posted by | I primi passi | , , , , , , , , , , , , | 1 commento

AVVISO EVENTO: Jam Session Open Air Montreaux Music Festival Live A la Place du Marché Couvert Montreux Suisse

29/30 Sept. 2012, Jam Session Open-Air Montreux propose une prolongation créative et enthousiaste par l’union du jazz écouté en Suisse et de la musique instrumentale produite actuellement à Bahia qui se nomme «jazz Brésilien», cela afin de promouvoir ainsi le rapprochement culturel et social des deux pays.

Proposé par Jô Queiroz l’organisatrice et Association Culturelle Berimbau Events

FACEBOOK PAGE: https://www.facebook.com/pages/Jam-Session-Open-Air-Montreux/468027513226003

Jazz Jam Session Open Air Montreux Music Festival Live!!!
Merci pour votre soutien !

 
visitez notre site web…
http://jamsessionopenair.wix.com/jamsessionopenair

FACEBOOK: http://www.facebook.com/events/231812936940658/

(SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI QUI Alafia Do Brasil)

agosto 20, 2012 Posted by | eventos/eventi, festival | , , , , , , | Lascia un commento

Il teatro Castro Alves di Salvador Bahia e il concerto “Amado Amar” nel giorno del centenario di Jorge Amado

Un concerto che inspira letteratura e espira armonia,suoni, melodia e toni vari”, questo era l’obiettivo di Luciano Calazans,  direttore musicale del grande concerto “Amado Amar” che si è tenuto il 10 agosto 2012 al Teatro Castro Alves..

Con esso Salvador e  Bahia hanno  voluto omaggiare il compleanno del cantore, poeta e scrittore Jorge Amado nel giorno del suo centenario. Colui che ha diffuso la brasilianità nel mondo e attratto qui migliaia di persone incantate da questa cultura  complessa e affascinante.

(Si ringrazia per le Riprese  Mauricio Almeida — la canzone cantata nel video  è Modinha de Gabriela – D. Caymmi / J. Amado)

Il Teatro Castro Alves, grande e storico luogo culturale, ha offerto un viaggio nell’universo amadiano attraverso la musica. Era stracolmo e ha offerto un concerto gratuito di circa due ore che ha riunito grandi nomi della musica baiana e brasiliana insieme all’Orchesta Sinfonica di Bahia (OSBA), diretta da Carlos Prazeres, brillante direttore artistico che ha trasportato il pubblico sui tre saveiros della scenografia.

Molti i nomi importanti che hanno assistito allo spettacolo: Paloma Amada, figlia di Jorge Amado e Zélia Gattai, Jorge Amado Neto, figlio di Joao Jorge Amado e nipote dello scrittore, emozionati rappresentanti della famiglia Amado. Presenti anche la moglie del governatore Wagner, dona Fatima Mendonça, il Segretario di Cultura Albino Rubim e molti altri.

(Riprese  Mauricio Almeida)

Con la direzione artística di Maurício Martins, lo spettacolo ha riunito grandi artisti come Geronimo, Luiz Caldas, Carla Visi, Claudia Cunha, Alexandre Leão,  Moraes Moreira, Saulo Fernandes, Roberto Mendes, Ana Mametto, Claudia Cunha, Manuela Rodrigues e Alexandre Leão, in uma mistura di musica popolare e erudita che riportavano all’universo letterario creato dallo scrittore baiano.

Il repertorio è frutto di una ricerca sull’opera di Jorge Amado e ha presentato anche composizioni da lui firmate, oltre che musiche realizzate e commissionate all’autore per alcune serie e televisive e film basati sulla sua opera. É Doce Morrer no Mar (di Dorival Caymmi e Jorge Amado), Vamos Falar de Tereza (Dorival Caymmi), O ABC de Jorge Amado (Moraes Moreira), Tema de Amor a Gabriela (Tom Jobim), A Luz de Tieta (Caetano Veloso) e Jubiabá (Gerônimo) sono alcune canzoni che hanno composto lo spettacolo.

Oltre alla OSBA, che sta commemorando 30 anni di attività, lo spettacolo ha visto l’ulteriore presenza di um gruppo di musicisti: Alexandre Montenegro (basso elettrico e acustico), Léo Brasileiro (chitarra),   Bruno Aranha (piano), Mauro Tahin (batteria), Ivan Santos, Tainnã Chagas e Rudson Daniel (percussione). 

Diversi elementi uniscono il maestro Jorge Amado ai concetti e attuali mete della Orquestra Sinfônica da Bahia” ha dichiarato il Maestro Carlos Prazeresla OSBA, così come Jorge Amado, vuole essere del popolo, anche se è classica. Vuole essere universale anche se è baianamente brasiliana’.

di Antonella Rita Roscilli  – Corrispondente dal Brasile  –

(Alafia Do Brasil)

agosto 16, 2012 Posted by | I primi passi | , , , , , , , , | Lascia un commento

L’ESPOSIZIONE “JORGE, AMADO E UNIVERSAL” da São Paulo al MAM/BA Salvador, Bahia

Nel centenario della sua nascita Jorge Amado è celebrato in Brasile e nel mondo.  La sua vita e la sua vasta opera sono al centro di varie iniziative culturali. Il 17 Aprile 2012 a São Paulo è stata inaugurata al Museu da Lingua Portuguesa una grandissima esposizione dedicata allo scrittore baiano dal titolo “Jorge, Amado e Universal“. La mostra è pensata in moduli tematici che affrontano gli aspetti più importanti della sua vita: “Personagem”, “A Vida Política”, “A Miscigenação”, “A Sensualidade”, “A Bahia” , “A Fortuna Crítica”, “O Homem”, “As Festas Populares” e “A Cronologia e a Presença no Exterior”.
 
L’esposizione  curata dalla Fundação Casa de Jorge Amado e Grapiúna Produções ha già lasciato la città  di São Paulo e, oggi  9 agosto è arrivata al Museu de Arte Moderna di Salvador,Bahia, ove si potrà visitare  fino a ottobre.Sono esposti scritti personali e professionali, foto, corrispondenza, oggetti personali, film, documenti, dattiloscritti originali come quello di Tieta do agreste e giornali dell’epoca, alcuni dei quali mai mostrati al pubblico. Tante le foto e molte inedite,  foto di Jorge Amado con la madre Eulália Leal Amado scattate dalla moglie  Zélia Gattai, illustrazioni dell’artista plastico Poty(Napoleon Potyguara Lazzarotto) di Capitães da Areia, le caratteristiche camicie a stampe floreali indossate da Amado.
 
 
Il primo modulo è dedicato ai personaggi e l’utilizzo di materiale audiovisivo consente la loro contestualizzazione e quella dei libri. Sono esposti i dattiloscritti con le sue personali correzioni, disegni e illustrazioni delle opere, foto che rimandano all’universo del romanzo e piccole curiosità, come i prodotti o i ristoranti che portano il nome dei protagonisti.Nella stessa sala una istallazione per dare una idea della moltitudine di personaggi reali e di fantasia che popolano gli scritti di Amado: migliaia di nastri colorati,  come quelli tradizionali do Senhor do Bonfim, saranno affissi con il nome dei personaggi sia che siano fittizi come Dona Flor e Jubiabà, o reali come Getúlio Vargas, Hitler e Lampião.Il secondo spazio espositivo esplora l’aspetto politico della vita di Amado. La sua collocazione politica e l’elezione a Deputado Federal per lo stato di São Paulo. Il terzo spazio espositivo è dedicato all’aspetto forse più caro a Jorge Amado: la miscigenazione di razze  e culture e il sincretismo religioso.
 
Un altro modulo è dedicato al picaresco e alla sensualità, spesso presenti nella sua opera. Infine una sezione presenta la terra di Bahia e come sia stata (re) inventata da Amado con le sue bellezze e le sue contraddizioni.
 
 
C’è uno spazio che accoglie le testimonianze di amici, artisti, critici per creare una cronologia della vita di Amado e sottolineare la sua importanza a livello internazionale. Fra le testimonianze  quella della coordinatrice della mostra che racconta come, secondo la moglie Zélia e la figlia Paloma, i personaggi vivessero di vita propria e indipendente dalla  volontà dello scrittore. L’area dedicata alla sua valenza internazionale ha lo scopo di far comprendere al pubblico la sua grandezza nel mondo, con le esposizioni di libri pubblicati in diversi paesi,  partendo da un copertina finlandese di Tocaia Grande fino a una edizione tascabile francese di Dona Flor e seus dois maridos.
 
Lo spazio espositivo è stato concepito a partire dall’utilizzo di simboli presenti non solo nella cultura baiana, ma soprattutto nella vita e nella sua opera. La scenografia è composta da strutture metalliche a voler ricordare le grate di ferro che abbelliscono molte case e spazi pubblici a Bahia. Questa struttura metallica, che ha funzione costruttiva e narrativa insieme,  accoglie simboli e oggetti  nelle loro forme originali come bottiglie di dendê, nastri do Senhor do Bonfim con la stampa di frasi speciali, cacao torrefatto, azulejos bianchi e azzurri alla maniera portoghese e molti altri oggetti che rimandano ad Amado e a Bahia.
 

Le celebrazioni del centenario sono partite da Agosto 2011 e continueranno per tutto il 2012. Per organizzare la serie di eventi è stata istituita una apposita commissione. Tutte le iniziative approvate saranno premiate con un francobollo del centenario creato da Máquina Estúdio.

E a  Salvador il giorno 10 agosto si terrà il grande concerto Amar Amado. con molti illustri presenze artistiche.  Saranno pubblicate, inoltre,  varie edizioni speciali dei suoi libri, come una edizione illustrata di Navegação de cabotagem. E’ prevista inoltre una digitalizzazione degli articoli, reportage, saggi e quanto altro scritto sui giornali e riviste da Amado e su Amado a partire dal 1929.

Sono tantissime le manifestazioni commemorative anche in Europa. E’ stato omaggiato al salone del libro di Ginevra, alla Casa America Latina a Lisbona e in Italia in diversi e prestigiosi eventi. L’Université Rennes 2 in Francia, in collaborazione con la Universidade Estadual de Feira de Santana e la Fundação Casa de Jorge Amado, realizzerà  un colloquio internazionale in omaggio allo scrittore nei giorni 11, 12 e 13 di ottobre 2012.

di Ornella Gaudio (da sarapegbe.net)

 

(Alafia Do Brasil)

agosto 9, 2012 Posted by | I primi passi | , , , , , , , | Lascia un commento