bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

CORAMARE | il nuovo brano di SETAK, con Francesco Di Bella e Fabrizio Bosso

Setak_Coramare_CoverEsce martedì 13 aprile sui digital store e in rotazione radiofonica “Coramare”, il nuovo brano del cantautore abruzzese Setak che anticipa l’album di inediti, Alestalé, in arrivo il prossimo 13 maggio.

Cantato a due voci insieme a Francesco Di Bella, e con l’inconfondibile tromba di Fabrizio Bosso, il brano parla della condizione interiore di chi sopravvive ad un’esperienza drammatica. 

Saccie sole chi sso vive | Ma nin saccie chi mi sta ‘rriva’ | Quandi cose aja lassa’ | Chi nin vuje cchiu’ vide’ | Jurn amare da scurda’ | Nu mbo lla vot la ja fa cala’ | Arrete arrete appresse a me | Strigneme nin me fa parla’. 

“In questa canzone sentivo Napoli, e ho subito pensato a Francesco Di Bella. Lui dopo aver ascoltato il provino è stato felicissimo di cantarla e io altrettanto emozionato del risultato. Come se non bastasse poi è arrivata la meravigliosa tromba di Fabrizio Bosso, e io non potrei essere più contento”. 

Continua a leggere

aprile 6, 2021 Posted by | musica | , , , , | Commenti disabilitati su CORAMARE | il nuovo brano di SETAK, con Francesco Di Bella e Fabrizio Bosso

CORNER in JAZZ con BLUE MOKA featuring Fabrizio Bosso

bluemokaGiovedì 10 novembre 2016 alle ore 22.00 il Corner Live ospita il trombettista Fabrizio Bosso, una leggenda internazionale del jazz italiano, per una serata evento. L’artista si unisce al quartetto Blue Moka per un live ricco di energia e classe capace di sorprendere il pubblico, articolato tra brani originali e rivisitazioni del repertorio jazzistico hard bop (W. Shorter, M. Davis, etc.) con richiami alle moderne sonorità del nu-jazz.

Fabrizio Bosso suona la tromba da quando aveva cinque anni e ora, a 40, è un musicista jazz conosciuto in tutto il mondo. Ha cominciato un po’ per gioco, ha frequentato il Conservatorio di Torino, la sua città, per diplomarsi a soli 15 anni. E poi ha suonato classica, jazz, pop, spiritual, latino, gospel, portando in ogni genere se stesso. Gli attacchi di Bosso sono micidiali, il suo senso dello swing proverbiale, il suo eloquio torrenziale. Ma Fabrizio dispone anche di altre frecce e lo sta dimostrando negli ultimi anni, dopo i folgoranti esordi: la voglia di sbalordire ha lasciato il posto a un equilibrato mix di virtuosismo e poesia.

Continua a leggere

novembre 7, 2016 Posted by | concerti, eventi | , , , | Lascia un commento

“Triple Visions” al Roma Jazz Festival 2012

E’ per il 25 ottobre alle ore 21,00, nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, il debutto di “Triple Visions“, spettacolo multimediale in cui l’arte visuale e la performance musicale si fondono interagendo in tempo reale e dove saranno coinvolti 11 artisti, 3 formazioni in trio, 3 videoartisti, 3 elementi d’unione tra le molteplicità della performance.

Il progetto, presentato come prima assoluta in occasione della 36esima edizione del Roma Jazz Festival, è dedicato proprio al tema del “Visual jazz”, e dunque ai legami che uniscono tale genere al cinema e alle nuove tecnologie multimediali.

Sul palco, tre eclettiche formazioni di fuoriclasse, R.A.J. trio, NOHAYBANDATRIO e M.A.T. (Antonio Jasevoli, Michele Rabbia, Marcello Allulli, Fabio Recchia, Emanuele Tomasi, Francesco Diodati, Ermanno Baron) che si avvicenderanno scandendo le tappe di un viaggio onirico e sentimentale, affrontato con diversi stili del jazz contemporaneo tra elettronica, lirismo e momenti di pura improvvisazione, costruendo la performance insieme alle personalità dei tre video-artisti Alessandro Rebecchi aka Byruzz, Gabriel Zagni e Nadia Cassino.

Special guest dell’evento Fabrizio Bosso, che da tempo collabora con gli artisti presenti sul palco, e che costituirà musicalmente un cardine fondamentale.

Altro elemento legante, il brano “Banchetto di Nozze” proposto durante ogni graduale avvicendamento delle formazioni sul palco, e che dunque riceverà una triplice interpretazione con sonorità e soluzioni visive diverse.

A chiudere il cerchio, la direzione artistica di Marcello Allulli, ideatore del progetto e sassofonista nelle tre formazioni, che rappresenterà dunque uno dei trait d’union dello spettacolo multimediale:
Triple vision rappresenta la triplice interpretazione di un percorso onirico attraverso il sentimento, concepito come un continuum in cui si susseguono diversi stili del jazz e si fondono le personalità degli 11 artisti coinvolti. La ricorrenza del numero 3 nel progetto è apparentemente casuale: oltre ad essere intriso di grande forza energetica, il 3 è infatti un numero che rappresenta il superamento di un dualismo inteso come separazione. Tre, dunque, le formazioni che ho coinvolto in questo progetto e che più rappresentano la mia attuale concezione musicale, e tre i video artisti con cui da anni collaboro nella dimensione live. Libero da ogni convenzione, Fabrizio Bosso: grande ospite della performance, darà ancor più risalto all’espressione del tre come simbolo dell’unità sostanziale.”

http://www.romajazzfestival.it/

 

Info Auditorium Parco della Musica

settembre 30, 2012 Posted by | festival | , , , , , , , , , | Lascia un commento