bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Perù: ritorna il progetto della famigerata ‘strada della morte’ promossa da un prete italiano

Indiani Mascho-Piro incontattati nel 2011. I Mascho-Piro sono una delle tribù che potrebbero subire l’impatto della strada. © Jean-Paul Van Belle

Indiani Mascho-Piro incontattati nel 2011. I Mascho-Piro sono una delle tribù che potrebbero subire l’impatto della strada. © Jean-Paul Van Belle

Le terre abitate da diverse tribù isolate nel cuore della frontiera dell’Amazzonia incontattata potrebbero essere tagliate in due da una nuova “strada della morte”, promossa con forza da un controverso prete italiano.

La strada – che correrà per 270 km nelle aree protette a più alta biodiversità dell’Amazzonia – dovrebbe essere approvata a breve dal Congresso del Perù.

A sostenere da anni il piano è Padre Miguel Piovesan, un prete cattolico che ha definito i popoli indigeni locali come ‘preistorici’ e ha criticato le ONG internazionali per aver espresso le proprie preoccupazioni sul progetto.

Il piano di costruzione della strada era stato respinto dal Congresso peruviano nel 2012. Tuttavia, i lavori sono continuati illegalmente per anni e ora il progetto è stato ripresentato dal deputato Carlos Tubino, del partito Fuerza Popular.

Continua a leggere

Annunci

dicembre 3, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Perù: ‘epidemia’ di avvelenamento da mercurio devasta i Nahua‏

survival internationalQuasi l’80% dei membri di una tribù recentemente contattata in Perù è stato colpito da avvelenamento da mercurio, suscitando serie preoccupazioni circa il futuro della tribù. Un bambino che mostrava sintomi compatibili con quelli da avvelenamento da mercurio è già deceduto.

La causa dell’avvelenamento dei Nahua rimane un mistero ma gli esperti sospettano che il colpevole possa essere l’enorme progetto gas Camisea, che ha aperto la terra della tribù negli anni Ottanta. Il progetto è stato recentemente allargato ulteriormente all’interno del territorio nahua, scatenando la forte opposizione degli indigeni.

Un’altra potenziale causa dell’avvelenamento da mercurio potrebbe essere l’estrazione illegale di oro, che dilaga nella regione.

Continua a leggere

marzo 10, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , , | Lascia un commento

CONTATTO: Indiani isolati escono dalla foresta per colpa dei disboscatori‏

Un gruppo di Indiani incontattati estremamente vulnerabili è uscito dalla foresta amazzonica del Brasile, vicino al confine con il Perù, ed è entrato in contatto con una comunità indigena stanziale.

Solo pochi giorni fa il FUNAI, il Dipartimento brasiliano agli Affari Indigeni, e Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, avevano denunciato il grave rischio che ciò potesse accadere a causa dell’incapacità delle autorità peruviane di fermare il disboscamento dilagante nell’area di confine.

Gli Indiani incontattati si stavano avvicinando sempre più alla comunità stanziale degli Asháninka, che vive lungo il fiume Envira.

Continua a leggere

luglio 3, 2014 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , , , | Lascia un commento

Brasile: ‘imminente’ rischio di morte per gli Indiani incontattati‏

Per gli Indiani incontattati che vivono nella foresta amazzonica brasiliana vicino al confine con il Perù c’è il rischio di “tragedia” e “morte”. Questo è quanto denunciato da alcuni funzionari brasiliani a seguito del sensibile aumento di avvistamenti di gruppi isolati nell’area.

Secondo gli esperti, gli Indiani hanno attraversato il confine con il Perù per fuggire dalle ondate di taglialegna illegali che stanno invadendo il loro territorio. Adesso stanno per entrare nel territorio di altri gruppi di Indiani isolati del Brasile – e di alcune comunità stanziali.

Continua a leggere

giugno 29, 2014 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , , , , , | Lascia un commento

Indiani incontattati lasciati in balia di taglialegna e trafficanti di droga‏

Survival International ha denunciato oggi che gli Indiani amazzonici incontattati fotografati di recente dall’alto sono stati abbandonati al loro destino dopo che i trafficanti di droga e i taglialegna illegali hanno assaltato un avamposto governativo incaricato di proteggere il territorio degli indigeni.

Il gruppo di Indiani vive vicino al fiume Xinane nello stato brasiliano di Acre, a poca distanza dal confine con il Perù; qui gli attivisti denunciano da tempo l’estensione del disboscamento illegale nei territori degli Indiani isolati.

Continua a leggere

marzo 31, 2014 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , , | Lascia un commento