bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

LOST IN ROME: il nuovo testo di Palladino con Angelo Maggi e la Banda dell’Uku (24 gen-5 feb, Teatro Belli)

locandina-lost-in-romeUn incontro simbiotico tra le poesie romanesche, la musica folk romana e la musica inglese e americana, ma ancor più un abbandonarsi nell’incanto della Città Eterna, cercando di sfrugugliare tra passato e attualità. Questo è Lost in Rome, nuovissimo copione scritto da Pierpaolo Palladino su misura per un attore, romano doc, che proprio nella sua città ama perdersi immergendosi nella sua anima più profonda: Angelo Maggi.

Tradizione e contemporaneo tra note, versi, riflessioni vanno a braccetto in questa “chicca” teatrale che debutta in prima assoluta il 24 gennaio al Teatro Belli della capitale. Nel centro del centro di Roma, sul palco in compagnia della Banda dell’Uku  (Fabrizio Sartini, Luca Sgamas, Luca Lepore) e della violinista Maddalena Fogacci Celi, Maggi adoprerà le sue molteplici corde di performer, declamatore, cantante, narratore e, come ama definirsi “doppiattore” (per citare anche il mestiere che quotidianamente lo vede alle prese in sala di doppiaggio prestando le voci ad alcuni tra i più acclamati interpreti internazionali), presentando al pubblico una sorta di viaggio onirico a bordo di una zattera che dal Tevere vola sui cieli di Roma, alla scoperta di angoli della città che non sappiamo più ammirare e di magagne temporanee che l’hanno modificata.

Continua a leggere

gennaio 19, 2017 Posted by | teatro | , , , , | Lascia un commento

CINEMA E DISABILITÀ: il progetto di crowfunding UN NATALE TRA CODE E GELO di Pierpaolo Palladino‏

un natale tra code e geloUn Natale tra Code e Gelo: al via su Indiegogo il crowfunding per supportare il progetto di Pierpaolo Palladino.

Un progetto di chi ha messo il proprio destino nelle mani della rete e dei cittadini. Un film di Natale, che vedrà la luce solo se le persone lo vorranno.

“C’erano un capannone, tre operai, una stella, un angelo, una gru e un Bambino Gesù”, inizia così. E’ una storia di Natale, per l’esattezza un film. Ve la tiriamo fuori a pochi giorni dalla Pasqua perché c’è tutto: la storia, gli attori, il senso di quello che si sta facendo; e manca la lavorazione. Quella lavorazione che appunto permetterà a questo film di essere la produzione dell’anno.

Continua a leggere

marzo 25, 2016 Posted by | film | , , , | Lascia un commento