bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

Il WWF vince il ‘Greenwashing Award’ 2017 di Survival International

Il WWF ha vinto il “Greenwashing Award” di Survival International per avere stretto partnership con sette compagnie che stanno disboscando quasi 4 milioni di ettari di foresta appartenenti ai ‘Pigmei’ Baka e Bayaka, nell’Africa Centrale.

Tra queste, il controverso gruppo italo-camerunense SEFAC (direttamente collegato a Vasto Legno).

Il premio viene assegnato a compagnie o organizzazioni che spacciano la distruzione delle foreste dei popoli indigeni come iniziative di conservazione.

La Wildlife Conservation Society (WCS), che ha sede nello zoo del Bronx di New York, è stata nominata per il secondo posto, anch’essa a causa delle sue attività nel bacino del Congo. WCS ha stretto partnership con due compagnie di taglio del legno che non avevano ottenuto il consenso dei popoli indigeni a operare nelle loro terre.

Continua a leggere

Annunci

maggio 3, 2017 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Proteste in tutto il mondo per i diritti dei popoli indigeni in Brasile

In occasione della Giornata Nazionale dell’Indio in Brasile, Survival International ha organizzato un’ondata di proteste internazionali contro la distruzione delle terre, delle vite e dei diritti umani dei popoli indigeni.

I sostenitori di Survival hanno manifestato davanti all’Ambasciata brasiliana a Londra per chiedere il rispetto dei diritti territoriali dei Guarani e delle altre tribù del paese. Insieme a loro c’era Ladio Veron, portavoce guarani.

Anche in Brasile, negli Stati Uniti, in Spagna, Italia e Germania si sono svolte azioni di protesta. In Italia una delegazione di Survival ha consegnato una lettera al Consolato generale del Brasile per manifestare la propria preoccupazione per la situazione in cui versano i popoli indigeni del paese.

Gli allevatori e l’industria agricola hanno costretto i Guarani ad abbandonare la loro terra ancestrale nel Brasile centrale, condannandoli a vivere in povertà. Molti membri della tribù oggi vivono ai margini delle strade, in accampamenti di fortuna, e bevono acqua inquinata.

Continua a leggere

aprile 20, 2017 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Sparare a vista nel nome della conservazione: Survival chiede la condanna ONU

Survival International ha chiesto al Relatore Speciale delle Nazioni Unite sulle esecuzioni extragiudiziali di condannare la politica dello sparare a vista ai fini della conservazione.

In una lettera all’esperto ONU, Survival scrive che “la politica dello sparare a vista ha un impatto diretto sui popoli indigeni che vivono all’interno o in prossimità delle ‘aree protette’… in particolare quando i guardaparco non fanno alcuna distinzione tra cacciatori di sussistenza e bracconieri commerciali.”

“Nessuno sa quando ai guardaparco è permesso usare la forza letale contro [i sospetti bracconieri], e per i familiari è impossibile chiedere conto delle azioni dei funzionari che essi ritengono abbiano ucciso senza una buona ragione. Molti paesi sono andati oltre, e hanno garantito l’immunità penale ai guardaparco”, continua la lettera.

Continua a leggere

marzo 31, 2017 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Brasile: la fiamma olimpica arriva nella terra dei Guarani, a rischio genocidio‏

survival internationalIl 25 giugno la fiamma olimpica arriverà nello stato del Mato Grosso do Sul, nel Brasile sud-occidentale, dove i Guarani rischiano lo sterminio a causa del furto sistematico della loro terra, della malnutrizione, dei suicidi e delle violenze.

Sarà Rocleiton Ribeiro Flores – indigeno Terena – a portare la fiamma a Dourados, città vicina al territorio guarani.

La scorsa settimana un giovane guarani è stato ucciso e diverse altre persone – tra cui un ragazzo di dodici anni – sono rimaste gravemente ferite nel corso di un attacco alla comunità di Tey’i Jusu da parte dei sicari al soldo degli allevatori.

Continua a leggere

giugno 23, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

India: se saranno sfrattate dalle terre ancestrali, le tribù della foresta si estingueranno‏

survival internationalDiverse comunità indigene nell’India centrale rischiano l’annientamento perché costrette ad abbandonare le loro terre ancestrali, che si trovano nella riserva delle tigri di Achanakmar, nei pressi dell’area che ha ispirato Il libro della giungla di Rudyard Kipling.

Gli indigeni Baiga vengono perseguitati senza sosta e si sono sentiti dire che dovranno lasciare i villaggi per spostarsi in una radura fangosa al di fuori della riserva, nonostante non esistano prove che la loro presenza danneggi le tigri. Per poter sfrattare le tribù legalmente, le autorità dovrebbero fornire queste prove, ma tra il 2011 e il 2015, in realtà, il numero di tigri nella riserva sembra sia aumentato da 12 a 28.

Non vogliamo andarcene, non possiamo” ha detto un uomo baiga del villaggio di Rajak. “Cosa dovremmo fare?

Continua a leggere

maggio 25, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

‘Fermiamo il genocidio in Brasile’: la campagna di Survival nell’anno delle Olimpiadi‏

survival internationalCon le Olimpiadi di Rio 2016 all’orizzonte, Survival International lancia la campagna per prevenire lo sterminio dei popoli indigeni del Brasile e lo fa proprio oggi in occasione della Giornata Nazionale dell’Indio, una ricorrenza istituita dal paese per celebrare le lotte e le culture indigene.

A prescindere dal caos politico che sta travolgendo il Brasile, Survival denuncia con forza le gravi violazioni dei diritti umani e le minacce che subiscono i popoli indigeni del paese. Minacce che persistono anche nell’attuale clima politico.

La campagna, ‘Fermiamo il genocidio in Brasile’, ha tre obiettivi urgenti: proteggere le tribù incontattate dell’Amazzonia, come i Kawahiva; porre fine alle violenze e al furto della terra guarani nel Brasile meridionale; e fermare il PEC 215, un emendamento costituzionale che potrebbe minare seriamente i diritti territoriali indigeni, rappresentando una catastrofe per le tribù di tutto il paese.

Continua a leggere

aprile 24, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Botswana: Survival chiede ‘la fine dell’apartheid’ per i Boscimani‏

survival internationalSurvival International ha lanciato una campagna per chiedere la fine del sistema draconiano che in Botswana sta distruggendo numerose famiglie boscimani e sta negando loro l’accesso alla terra. Diversi critici, come l’attivista anti-apartheid Michael Dingake, hanno paragonato il sistema a quello delle famigerate pass laws dell’apartheid sudafricano.

La campagna arriva in occasione del cinquantesimo anniversario dell’indipendenza del Botswana.

Dopo essere stati sfrattati con la forza – tra il 1997 e il 2002 – e costretti a vivere in campi di reinsediamento governativi, nel 2006 i Boscimani hanno vinto uno storico processo e si sono visti riconoscere il diritto a vivere nella loro terra, all’interno della Central Kalahari Game Reserve.

Continua a leggere

aprile 11, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

Perù: ‘epidemia’ di avvelenamento da mercurio devasta i Nahua‏

survival internationalQuasi l’80% dei membri di una tribù recentemente contattata in Perù è stato colpito da avvelenamento da mercurio, suscitando serie preoccupazioni circa il futuro della tribù. Un bambino che mostrava sintomi compatibili con quelli da avvelenamento da mercurio è già deceduto.

La causa dell’avvelenamento dei Nahua rimane un mistero ma gli esperti sospettano che il colpevole possa essere l’enorme progetto gas Camisea, che ha aperto la terra della tribù negli anni Ottanta. Il progetto è stato recentemente allargato ulteriormente all’interno del territorio nahua, scatenando la forte opposizione degli indigeni.

Un’altra potenziale causa dell’avvelenamento da mercurio potrebbe essere l’estrazione illegale di oro, che dilaga nella regione.

Continua a leggere

marzo 10, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , , | Lascia un commento

India: Dongria pronti a riprendere la lotta contro la miniera‏

survival internationalI Dongria Kondh dell’India orientale si trovano nuovamente ad affrontare la minaccia di attività estrattive nella loro terra ancestrale, nonostante abbiano già vinto un’importante battaglia legale alla “Davide e Golia” nel 2014.

La tribù era infatti minacciata dai progetti della compagnia mineraria britannica Vedanta Resources, che voleva aprire una miniera di bauxite nelle colline sacre di Niyamgiri. Una sentenza della Corte Suprema indiana, tuttavia, lo ha impedito riconoscendo il diritto dei Dongria a decidere della miniera.

Con uno storico referendum in cui tutti e dodici i villaggi consultati si sono dichiarati contrari, la tribù ha respinto all’unanimità i progetti di Vedanta di scavare una miniera nelle sue colline sacre.

Continua a leggere

marzo 2, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento

I Kawahiva incontattati nel mirino del ‘politico più corrotto del Brasile’‏

survival internationalSurvival International rivela che uno degli allevatori che hanno preso di mira la terra di una tribù incontattata dell’Amazzonia brasiliana è un ex-deputato noto come “il politico più corrotto del Brasile”.

Josè Riva, ex deputato dello stato del Mato Grosso, è in carcere ed è attualmente indagato per oltre 100 casi presunti di frode, corruzione, formazione di bande armate e altri crimini.

Riva ha un allevamento nella terra della tribù incontattata dei Kawahiva, uno dei popoli più vulnerabili del pianeta. Ha ripetutamente affermato che la tribù non esiste – nonostante un video e alcune fotografie ne abbiano dimostrato la presenza – e ha fatto pressione per ottenere l’apertura di aree di terre indigene ad allevamenti di bestiame e piantagioni.

Continua a leggere

febbraio 18, 2016 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , | Lascia un commento