bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

“Oceano Mare” compie 20anni – FontanonEstate dal 7 al 9 settembre

L’associazione Teatro Studio, organizzatrice di FontanonEstate, chiude la sua 17° edizione producendo mettendo in scena, dal 7 al 9 settembre, un suo progetto ambizioso. Portare a teatro Oceano Mare, dal romanzo di Alessandro Baricco.

Oceano Mare, di Alessandro Baricco, compie 20 anni e approda al teatro. Fu pubblicato nel 1992, ha vinto il Premio Viareggio 1993 per la narrativa, il Premio Palazzo al Bosco 1994 e il Premio “La cultura del mare” 1994; è stato tradotto in 17 lingue. Ha venduto più di 800.000 copie solo in Italia. Nella mente dei tanti appassionati Baricchiani rimane il capolavoro dell’intellettuale torinese. Il testo gronda di affascinanti riferimenti letterari (Conrad, Stevenson, Melville, Perec) e pittorici (James McNeill Whistler, Gericault) e ha come incontrastato protagonista il grande Oceano Mare, il luogo più antico e ancestrale, la sua smisuratezza, la vita.

Per l’occasione lo spazio scenico di FontanonEstate verrà completamente rivoluzionato, addirittura ribaltato per favorire la mescolanza dei linguaggi, scenici e non, come quel freddo mare che mescola le anime e le storie.

In un tempo indefinito, su una spiaggia del nord Europa, attorno a un etereo  microcosmo (la locanda Almayer – nome in prestito da Conrad), si rifugiano personaggi che cercano nell’ Oceano Mare una risposta. Così un professore che studia i limiti del mare (interpretato da Antonio Salines), una donna che vuol placare un eccesso di passione (Francesca Bianco), una ragazza che vuol guarire tra le onde da un perenne patologico terrore (Monica Belardinelli), un pittore che cerca disperatamente di fare un ritratto del mare su tele che restano inevitabilmente bianche (Roberto Della Casa), si aggirano nella locanda e sulla spiaggia guidati da Dira (Lorenza Zoe Damiani) inquietante bambina che dirige la locanda. Tutti lì, a cercare qualcosa, in bilico sull’oceano.
C’è poi una terribile vicenda parallela che infine irromperà nella locanda Almayer, incentrata sulla (storicamente vera) avventura dei naufraghi dell’ Alliance (in scena Andrea Rizzoli e Riccardo Bàrbera), sciagura marinara a tinte forti, con risvolti cannibalistici, che ispirò stampa, quadri e racconti nella Francia di metà ‘800.

Molti anni fa questo e altri destini incontrarono il mare e ne rimasero segnati.
Ad ascoltarli, si sente la voce del mare.
   
dal 7 al 9 settembre, a FontanonEstate

Teatro Studio presenta
OCEANO MARE – brani scelti
tratto dal racconto omonimo di Alessandro Baricco

regia di Enzo Aronica
brani scelti da Riccardo Bàrbera

  
www.fontanonestate.it

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni

 

 

I giudizi sul libro

In Italia

 “Il romanzo va gustato  riga per riga, è denso di trovate anche linguistiche, di dialoghi  dalla sonorità cinematografica, di descrizioni suggestive ed emblematiche.”
Giuseppe Pederiali – Il  Giorno
 “Baricco ci fa pensare, di volta in volta, a Kafka come a Céline,  a Perec come a Palazzeschi e forse perfino a Calvino, ma alla fine  è sempre più inconfondibilmente se stesso, maestro di arazzi e  sinfonie.”
Giovanni Giudici – l’Unità
 “Tutti personaggi straordinari, a ciascuno dei quali Baricco  affida un impossibile segreto impegnandoli a custodirlo  gelosamente.”
 Angelo Guglielmi – L’Espresso
 “Vi spira un’aria fra Stevenson, Melville e Conrad, ossia una  robusta vocazione al racconto che si alimenta però delle oscure  tensioni metafisiche suscitate dal mito del mare.”
Stefano Giovanardi – la  Repubblica
 “Il giovane Baricco ha superato di slancio l’ostacolo del  secondo libro, che non di rado decide del destino di un narratore;  o rientra nei ranghi o svetta. Ed egli ha svettato.”
Geno Pampaloni – il  Giornale
 “Questo libro che gronda stanchezza e sconfitta, che accoglie concettualmente l’eredità dei più profetici e dannati scrittori  di mare, riesce a proteggere una sua vena di allegria, di  scanzonata e briosa musica mozartiana.”
Lorenzo  Mondo – La Stampa – Tuttolibri

All’estero

“È il trionfo del mito. Il  mare stesso non è che un miraggio. E Alessandro Baricco un  poeta.”
Le Figaro
 “Oceano mare conferma il temperamento di uno scrittore  autentico, impegnato a percorrere la sua strada letteraria e a  governare la sua profonda sensibilità.”
 L’Express
 “Baricco ci ipnotizza con un linguaggio esotico… Oceano  mare è altamente romantico e profondamente lirico.”
The New York Times
 “Uno scrittore da leggere e da apprezzare per l’eleganza e il  divertimento che trasmette.”
The Washington Times
 “Ancora una volta, con Oceano mare, il prestigiatore opera il  suo tour de force: fa nascere il mondo, un mondo marino… reale,  meraviglioso e doloroso come un mondo vero.”
Libération
 “Ci sono echi oltre che di Conrad, di Perec e Melville, di Géricault  e Schumann, per introdurre la massima varietà di registri non  solo letterari.”
El Mundo

settembre 6, 2012 Posted by | teatro | , , , , , | Lascia un commento