bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

GiroRoma50: Carlo Molfese porta la storia del Teatro Tenda nei quartieri di Roma

I 50 anni di mestiere di Carlo Molfese che inventò col Teatro Tenda una nuova formula di fare cultura sono l’occasione per ripercorrere, in uno spettacolo che farà tappa in molti quartieri romani, una intera vita dedicata al palcoscenico e ai rischi che esso, di volta in volta, comporta.
Guitto, buffone, pagliaccio: storia di un impresario, storia di Carlo Molfese che grazie all’idea del Teatro Tenda seppe inventare un nuovo modo di promuovere cultura, in nome di una crescita democratica improntata al talento e all’eccellenza interpretativa. Una storia che ora si concretizza in uno spettacolo itinerante dal titolo Le memorie di un impresario ovvero In principio era il teatro, che toccherà vari teatri romani, dal centro alla periferia, per ripercorrere, in una sorta di pellegrinaggio/giubileo e affiancato da un cast di attori ed ospiti “a sorpresa”, la sua incredibile avventura che proprio quest’anno coincide con i suoi 50 anni di mestiere.

I “festeggiamenti” di Molfese, nella sua tournée GiroRoma50, avranno inizio il 28 settembre 2012 dal Teatro dell’Orologio per concludersi il 26 maggio 2013 (non a caso giorno del suo compleanno) alla Sala Umberto in un continuo “work in progress” tra centri culturali e di aggregazione sociale della Capitale dove Carlo ringrazierà e saluterà quel pubblico che ancora oggi ricorda quella esaltante avventura.

Le memorie di un’impresario è un’agile carrellata, divertente e ironica, tra gustosi aneddoti, poesie, molte canzoni e “macchiette”, per la regia di Marco Simeoli e la partecipazione, insieme a Molfese, di Antonio Coppola, Loredana Castrovilli, Maria Giordano ed Emanuele Pedini. Un pirotecnico pamphlet, personalizzato e diversificato di volta in volta ad ogni data, cui si aggiungeranno le testimonianze virtuali di tanti amici del Tenda Mancini, fra cui Federico Fellini che, in un filmato, dice tra l’ altro: “Del Teatro Tenda ho un ricordo simpatico, di qualcosa di povero, modesto, umile, provvisorio. Aveva la stessa aria che suggeriva il circo la prima volta che l’ho visto”.

Dal 1976 al 1986 il suo teatro di  piazza Mancini rappresentò infatti il primo palcoscenico popolare non fatto di mattoni e chiuso in un palazzo, né arredato con velluti o poltrone rosse, ma un teatro “mobile” e non “stabile”, potenzialmente itinerante ed aperto ad un pubblico di ogni provenienza e classe sociale. In altri termini, per quell’ epoca, un’ autentica rivoluzione che però seppe ospitare il meglio della creatività teatrale del momento – dal classico alla sperimentazione, dalla grande tradizione alle novità drammaturgiche – con grandi autori, mattatori ed affabulatori del calibro di Eduardo De Filippo, Gigi Proietti, Vittorio Gassman, Massimo Troisi, Carmelo Bene, Roberto Benigni, Dario Fo, Domenico Modugno,  Mario Scaccia, Salvo Randone, Enzo Decaro, Lello Arena, Monica Vitti, Marcello Mastroianni, Tadeusz Kantor, Marcel Marceau, Jerome Savary, Victoria Chaplin e Jango Edwards.

Un’operazione oltreché strategica, decisamente controcorrente dal momento che Roma, in quel periodo, viveva sotto la cappa degli anni di piombo: “Si sparava per le strade e la maggioranza della gente se ne stava rintanata in casa” rammenta Molfese “Ma noi riuscivamo a riempire il teatro, raggiungendo anche le oltre duemila presenze a sera come si è verificato per molti mesi con lo storico e ancor oggi ricordato da molti: A me gli occhi please con Gigi Proietti.”

L’obiettivo di Molfese di portare il teatro in strada, abbattendo il classico concetto di sala teatrale,  prima ancora del Teatro Tenda ebbe in realtà inizio nei primi anni Settanta con uno spettacolo itinerante dal titolo Alle nove sottocasa con Pippo Baudo, Lino Banfi, Gianni Nazzaro, Solvi Stubing, Maria Luisa Serena e Carla Brait. Molfese ripetè poi l’esperienza l’anno seguente con il grande Aldo Fabrizi portando in giro nelle periferie uno spettacolo col titolo Baci, promesse, carezze, lusinghe e illusion…

Artigiano del teatro e della comunicazione, Molfese riprende dunque il suo percorso di decentramento culturale che oltre e ripercorrere l’indimenticabile esperienza del Teatro Tenda, mira a farla conoscere ai moltissimi giovani che ne hanno sentito parlare e ai quali è necessario indubbiamente consegnare una memoria storica ricca di avvenimenti, personalità e grandi cambiamenti.

GiroRoma50 è un progetto realizzato grazie al sostegno morale della Commissione Assembleare Permanente XII – Turismo e Moda di Roma Capitale.

CALENDARIO—>QUI

settembre 19, 2012 Posted by | magazine, teatro | , , , , , , | Lascia un commento

Gassman – Baricco: è FontanonEstate 2012

 FontanonEstate: programma dal 3 al 9 settembre 2012

RETTIFICA: a causa di problemi metereologici, lo spettacolo di Carlo Molfese Memorie di un impresario, ovvero In principio era il Teatro, previsto per questa sera ai giardini della Mostra dell’Acqua Paola (Fontanone del Gianicolo), è stato spostato a  martedì 4 settembre, alle ore 21 presso il Teatro Belli (Piazza Sant’Apollonia 11a, Trastevere).

Lunedì 3 settembre
Associazione Culturale “Teatro Tenda” presenta Carlo Molfese che racconta
LE MEMORIE DI UN IMPRESARIO ovvero In principio era il Teatro

due tempi di Carlo Molfese
da un idea di Mario Moretti e Carlo Molfese
Con Antonio Coppola, Loredana Castrovilli e Maria Giordano

con la partecipazione in video della compagnia del Teatro Tenda

Gigi Proietti  Vittorio Gassman  Domenico Modugno  Mario Scaccia  Vittorio Caprioli  Roberto Benigni Massimo Troisi  Dario Fo   Eduardo De Filippo Federico Fellini

con le musiche di Nino Rota –  Fiorenzo CarpiAntonio Sinagra

Impianto scenico Toni Sarnataro                      
Elaborazioni musicali Mariano Perrella
Movimenti coreografici Alessandra Puglielli                         
Progetto video Enrico Claro
Consulenza artistica Domenico Marini
regia Marco Simeoli

Un’occasione per celebrare i 90 anni di Vittorio Gassman, attore unico e fondamentale e ancora vivissimo soprattutto nella memoria di Carlo Molfese, l’impresario teatrale ideatore del celebre Teatro Tenda di Roma, che con Gassman visse memorabili stagioni di successo con il celebre spettacolo Gassman 7 giorni all’asta, che contribuì a scrivere la storia del Tenda di piazza Mancini e che verrà in parte riproposto sullo schermo del FontanonEstate.
In una gioiosa atmosfera di festa nei giardini settecenteschi della mostra della fontana dell’Acqua Paola al Gianicolo, Molfese ricorderà il caro amico Vittorio (nato il 1 settembre 1922) e celebrerà in uno spettacolo multimediale le sue “memorie di impresario” in una carriera che proprio quest’anno compie 50 anni.

 

——————————————————————–

Giovedì 6/ Venerdì 7 / Sabato 8 / Domenica 9 settembre

Teatro Studio presenta OCEANO MARE – brani scelti da Riccardo Bàrberatratto dal racconto omonimo di Alessandro Baricco – regia di Enzo Aronica

Se cercate romanzi italiani nelle librerie d’oltreoceano uno dei pochi titoli sempre presenti è Oceano Mare, di Alessandro Baricco, un romanzo che compie 20 anni e, grazie agli organizzatori di FontanonEstate, approda al teatro. Fu pubblicato nel 1992, vinse il Premio Viareggio, è stato tradotto in 17 lingue, ha venduto più di 800.000 copie solo in Italia. Nella mente dei tanti appassionati Baricchiani rimane il capolavoro dell’intellettuale torinese e ha come incontrastato protagonista il grande Oceano Mare, il luogo più antico e ancestrale, la sua smisuratezza, la vita.
Per l’occasione lo spazio scenico di FontanonEstate verrà completamente rivoluzionato per favorire la mescolanza dei linguaggi, scenici e non.

In un tempo indefinito, su una spiaggia del nord, si rifugiano alla Locanda Almayer: un professore che studia i limiti del mare (interpretato da Antonio Salines), una donna che vuol placare un eccesso di passione (Francesca Bianco), una ragazza che vuol guarire tra le onde da un perenne patologico terrore (Monica Belardinelli), un pittore che cerca disperatamente di fare un ritratto del mare su tele che restano inevitabilmente bianche (Roberto Della Casa), tutti guidati da Dira (Lorenza Zoe Damiani) inquietante bambina che dirige la locanda. Tutti lì, a cercare qualcosa, in bilico sull’oceano.

C’è poi una terribile vicenda parallela che infine irromperà nella locanda Almayer,   incentrata sulla (storicamente vera) avventura dei naufraghi dell’ Alliance (in scena Andrea Rizzoli e Riccardo Bàrbera), sciagura marinara con risvolti cannibalistici, che ispirò stampa, quadri e racconti nella Francia di metà ‘800.

Molti anni fa questo e altri destini incontrarono il mare e ne rimasero segnati. Ad ascoltarli, si sente la voce del mare.

—————————————————-

FontanonEstate 2012

Sito ufficiale: http://www.fontanonestate.it/home.html

Direzione artistica: Enzo Aronica, Riccardo Barbera e Roberto Della Casa

Inizio spettacoli alle ore 21.

Info – info@fontanonestate.it

                                                          

Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni

settembre 2, 2012 Posted by | eventi, teatro | , , , , , , , | Lascia un commento

Gassman 90 anni all’asta (3 Settembre 2012 lo Speciale Fontanone per i 90 anni di Gassman)

Un’occasione per celebrare i 90 anni di Vittorio Gassman, attore unico e fondamentale e ancora vivissimo soprattutto nella memoria di Carlo Molfese, l’impresario teatrale ideatore del celebre Teatro Tenda di Roma, che con Gassman visse memorabili stagioni di successo con il celebre spettacolo Gassman 7 giorni all’asta, che contribuì a scrivere la storia del Tenda di piazza Mancini e che verrà in parte riproposto sullo schermo del FontanonEstate lunedì 3 settembre alle ore 21.
 
In una gioiosa atmosfera di festa nei giardini settecenteschi della mostra della fontana dell’Acqua Paola al Gianicolo, Molfese ricorderà il caro amico Vittorio (nato il 1 settembre 1922) e celebrerà in uno spettacolo multimediale le sue “memorie di impresario” in una carriera che proprio quest’anno compie 50 anni.
 
Si tratta di una performance costruita sul gioco dei ricordi ma che cerca di  evitare la trappola della nostalgia per rendere più viva possibile l’affettuosa testimonianza nei confronti di tutti gli amici che Molfese ha avuto la fortuna di incontrare in mezzo secolo di vita artistica: da Gigi Proietti a Federico Fellini, Roberto Benigni, Dario Fo, Eduardo De Filippo, Massimo Troisi, Domenico Modugno, Mario Scaccia, Vittorio Caprioli e molti altri.
 
Con Molfese sul palco ci saranno anche Antonio Coppola, Loredana Castrovilli e Maria Giordano. La regia è di Marco Simeoli, l’impianto scenico di Toni Sarnataro, le elaborazioni musicali di Mariano Perrella e le coreografie di Alessandra Puglielli.
Associazione Culturale “Teatro Tenda”
presenta
Carlo Molfese
che racconta
Le memorie di un impresario
ovvero
In principio era il Teatrodue tempi di Carlo Molfese

da un’idea di
Mario Moretti e Carlo Molfese
 
Con
Antonio Coppola
Loredana Castrovilli
Maria Giordano
 
con la partecipazione in video della compagnia del Teatro Tenda (Gigi Proietti,  Vittorio Gassman,  Domenico Modugno, Mario Scaccia,  Vittorio Caprioli,  Roberto Benigni,  Massimo Troisi, Dario Fo,   Eduardo De Filippo, Federico Fellini)
con le musiche diVittor
Nino Rota –  Fiorenzo Carpi – Antonio Sinagra
 
Impianto scenico Toni Sarnataro
Elaborazioni musicali Mariano Perrella
Movimenti coreografici Alessandra Puglielli
Progetto video Enrico Claro
Consulenza artistica Domenico MariniRegia Marco Simeoli
 
Per maggiori informazioni: www.fontanonestate.it
 
Inizio spettacolo ore 21
 
Info  info@fontanonestate.it
 
Ufficio Stampa: Elisabetta Castiglioni
 
 

agosto 28, 2012 Posted by | eventi | , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento