bumbi Media Press

un sentire, mai sentito, è ascoltarmi (sb)

In uscita il remix di “Cosa succede in città” di Vasco Rossi realizzato dal Dj Luca Zanarini

A 35 anni dall’uscita del brano, esce il Remix di COSA SUCCEDE IN CITTA’ di VASCO ROSSI, realizzato dal Dj Luca Zanarini, per celebrare una canzone che, considerato il clima che stiamo vivendo, può davvero considerarsi di un’attualità sorprendente.

Il remix, prima release su etichetta Saifam Indie, sarà disponibile dal 26 giugno in radio, digital download e sulle piattaforme di streaming e dal 17 luglio in versione vinile, mix a 45 giri colorato da collezione, a tiratura limitata  

Il brano è impreziosito da un videoclip, in uscita il 26 giugno, realizzato da Robby Giusti di 4K, con immagini suggestive che fotografano la realtà e le emozioni del momento.

Continua a leggere

giugno 19, 2020 Posted by | musica | , , , | Commenti disabilitati su In uscita il remix di “Cosa succede in città” di Vasco Rossi realizzato dal Dj Luca Zanarini

Patty Pravo: Auditorium Parco della Musica – Roma 10 febbraio 2014

Lunedì 10 febbraio arriva per la prima volta all’Auditorium Parco della Musica Patty Pravo, vera icona della musica italiana sempre pronta a rinnovarsi, come dimostra il successo del singolo uscito la scorsa estate Non mi interessa, con la collaborazione di Ermal Meta (presentato al MIAMI Festival di Milano, tra le più importanti vetrine della giovane musica indipendente).

Continua a leggere

febbraio 9, 2014 Posted by | concerti, eventi | , , , , | Lascia un commento

Piji e la sua estate: in tour con “C’è chi dice no” e Simona Molinari

Mai come oggi, nel nostro Paese, è importante dire forte e chiaro il proprio “no“, ma l’importante è farlo sempre con swing. Questo sembra suggerirci Piji con questa sua personalissima versione del grande successo di VascoC’è chi dice no”, brano uscito nel 1987 per l’omonimo album ma senza dubbio ancora molto attuale. Ora più di allora “c’è qualcosa che non va” o “c’è qualcuno che non ha rispetto per nessuno” ed è per questo che il proprio “no” va cantato con sempre maggiore impegno.

Piji, per la sua rilettura electro-swing (genere molto praticato in nord Europa, ma ancora quasi sconosciuto in Italia), sceglie dunque il maestro Vasco, il rock italiano per antonomasia, probabilmente uno dei pezzi che sulla carta avrebbero meno a che fare con lo swing. Ma la sfida è lanciata. Si può fare. La chitarra manouche di Augusto Creni sposta il tutto verso il meraviglioso mondo di Django e considerando l’impasto immaginato da Maurizio Filardo per l’arrangiamento, fatto di corde, elettronica e suoni visionari (come la sega ad archetto), l’electro-swing diventa quasi electro-manouche.

Prodotto da Carlo Avarello per Isola degli artisti/Carosello records, C’è chi dice no (già presente su tutte le piattaforme digitali) è il secondo singolo ufficiale del cantautore romano.

Nel frattempo Piji sarà ospite fisso di tutte le date del tour estivo di Simona Molinari (l’esempio più importante di electro-swing italiano), dopo la loro collaborazione nel brano Il mulo, inserito nel disco Dr. Jekyll & Mr. Hyde (Sanremo 2013) e continuerà anche per giugno la partnership del Piji Quintet con l’Alexanderplatz Jazz Club di Roma (5 giugno)

C’è chi dice no:

PIJI (voce e chitarra manouche)
AUGUSTO CRENI (chitarra manouche)
MAURIZIO FILARDO (synth programming, chitarre elettriche e sega ad archetto)
DANIELE NATRELLA (batteria)
MARCO CONTESSI (contrabbasso)
INTIMAN (Djing)

Arrangiamento, riprese, missaggio e produzione artistica: MAURIZIO FILARDO presso lo studio DONKEY SHOT di Roma

Prodotto da CARLO AVARELLO per ISOLA DEGLI ARTISTI/CAROSELLO RECORDS

 ***

Alcune date estive di Piji:

5 GIUGNO – ROMA
Piji ELECTROSWING Quintet @ ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB

22 GIUGNO – SISTIANA (TS)
Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ CANTERA SOCIAL CLUB

24 GIUGNO – VERONA
Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ TEATRO ROMANO

4 LUGLIO – ROMA
Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ VILLA ADA

10 LUGLIO – PERUGIA
Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ UMBRIA JAZZ

22 LUGLIO – PESCARA
Piji OSPITE di SIMONA MOLINARI & Mosca Jazz band @ PESCARA JAZZ FESTIVAL

***

www.piji.it

Piji è su FACEBOOK la promozione social “Scrivi il tuo C’è chi dice no”!
https://www.facebook.com/pages/Piji/226892784090254?ref=hl
Foto di Alessandro Rabboni

Piji (Pierluigi Siciliani, Roma, 1978)
Il primo progetto discografico di Piji, targato Carosello records/Isola degli artisti con la produzione artistica di Carlo Avarello, è di stampo pop/jazz o, per meglio dire, electro-swing.
I testi di Piji, talvolta più impegnati e ironici, talvolta più poetici, si mescolano a tessiture elettroniche e swingate, con ampi echi di jazz manouche ed un approccio spiccatamente teatrale nei live.
Nell’estate 2013, esce il secondo singolo di Piji, C’è chi dice no, dopo che il suo primo singolo ufficiale Welcome to Italy aveva conquistato la vetta della classifica jazz di iTunes nel 2012.
Piji è stato 15 volte 1° classificato in rassegne dedicate alla canzone, tanto da assumere l’appellativo di “cantautore emergente più premiato d’Italia”. Tra i vari riconoscimenti il Premio Lunezia Future stelle 2010, il Premio Bindi 2009 (premiato anche come Miglior Testo e Miglior Musica), il Festival Dalla Sciamano allo showman 2010, il Premio Augusto Daolio 2007 e il Premio L’artista che non c’era 2007, il Premio Monteverde Pasolini 2013 con le Voci nel deserto.
L’attività di Piji conta negli anni più di 500 concerti (tra cui il W la gavetta tour), due EP (Lentopede e Prove di Metamorfosi), tre partecipazioni come ospite al Premio Tenco e quest’anno, dopo la collaborazione con Simona Molinari alla canzone Il Mulo all’interno del suo album uscito durante Sanremo 2013, Piji sarà ospite fisso de “La felicità tour” della cantautrice napoletana.
Tra le rassegne e i locali dedicati al jazz in cui si è esibito abitualmente negli ultimi anni, ricordiamo il Blue note di Milano, Villa Celimontana Jazz Festival, Alburni Jazz Festival, Casa del Jazz, Auditorium Parco della Musica e The Place.
Piji è laureato in Scienze della Comunicazione e lavora anche presso Radio Città Futura di Roma dove conduce in coppia con Ernesto Bassignano la trasmissione Rodeo. Sempre per Rcf ha condotto “Quartiere Latino”, “Tempi Moderni” e “Primo Spettacolo”, mentre per Rai International ha condotto “Notturno italiano”. Nel 2007, con una prefazione di Stefano Bollani, viene pubblicato il suo saggio musicale La canzone jazzata. L’Italia che canta sotto le stelle del jazz, che ha vinto nel 2008 il Festival Internazionale del libro musicale a Sanremo.

***

Foto: Alessandro Rabboni

UFFICIO STAMPA Piji:
Elisabetta Castiglioni
elisabetta@elisabettacastiglioni.com

 

giugno 3, 2013 Posted by | eventi | , , , | Lascia un commento

“Lettera a Vasco Rossi” di Pier Paolo Segneri

Caro Vasco,
la giustizia italiana è malata e moribonda, ma non c’è dottore! Che ironia… sentirsi dire che non c’è niente da fare… per guarire! Non c’è dottore! Dicono così…! Però quella di Marco Pannella è una storia d’amore. E tu lo sai. Amore per te. Per gli ultimi, per i derelitti, per i carcerati, per i diseredati, per tutti. O forse è soltanto una storia di sopraffazione, in cui il Potere pretende il possesso dell’anima, lasciandoci in balia del Nulla. E’ una storia che non ci fa dormire. Mentre i miei sogni crollano.

 

Caro Vasco, a ottantadue anni e mezzo, in questo nostro Paese malato d’ingiustizia e d’illegalità, Marco continua a lottare per la Giustizia giusta, la legalità, lo Stato di Diritto. Pannella è, ancora una volta, ogni volta che dopo piango, nudo e senza armi davanti all’indifferenza del Potere impotente e illiberale. Chiede con urgenza che ci siano personalità disponibili a candidarsi con la LISTA AMNISTIA, GIUSTIZIA e LIBERTA’ della Rosa nel Pugno. Silenzio. Se questa fosse stata una sceneggiatura, e non una lettera aperta, avrei scritto: dissolvenza… buio! E invece no. C’è chi dice no! Guardiamo nelle carceri, nei penitenziari, nelle Case circondariali e capiamo quello che tu stesso hai scritto e cantato: “C’è qualcuno che non sa più cos’è un uomo! C’è qualcuno che non ha rispetto per nessuno! Ma c’è chi dice no!”.

 

Caro Vasco, per dire NO, stavolta, è urgente dire SI’. Puoi dire SI’ a Marco e aggiungere: “Sono disponibile a candidarmi”. Pannella continua il suo sciopero della fame e della sete. “E… vuoi da bere?”. Che ironia… Lo so, in una delle tue canzoni più belle hai scritto: “Se hai bisogno e non mi trovi, cercami in un sogno”. Noi Radicali, con Marco, abbiamo fatto un sogno e abbiamo bisogno di te.

Caro Vasco, come te, sono convinto che le persone forti siano quelle capaci di sostenere il peso delle proprie debolezze e dei propri errori, quelle che sanno essere speranza per gli altri, quelle che NON si nascondono dietro una falsa corazza per ingannare meglio se stessi. Le persone forti NON sono quelle arroganti e prepotenti. Non è forte chi mostra i muscoli. La nonviolenza è forte.  E’ una cosa che ho capito anche ascoltando le tua canzoni. Vasco, hai ragione tu quando, con la tua solita ironia e autoironia, dici che “ci raccontiamo balle tutto il giorno!”, è vero, ma c’è un momento della sera in cui è necessario raccontarci come stanno davvero le cose. “Questa sera… questa sera… non lo so! C’è qualcosa nell’aria stasera… che non si può… non si può spiegare”. Decidi stasera, se vuoi. Se puoi.

Caro Vasco, Marco Pannella ti ha lanciato un appello. Lo ha ripetuto, ribadito, riposto in te. Insomma, è come se ti avesse detto: “Sono le cose che non dici che mi fanno più male perché se non me le dici vuoi tenertele per te perché quando non le dici, non le vuoi dividere…”. Caro Vasco, mentre noi ascoltiamo le tua canzoni, tu ascolta Pannella. Sai, la Rosa nel Pugno è un piccolo fiore per me. “Muoviti! Salta su! Questo è un treno che non passa, che non passa più!”. E non rimanere con la testa tra le mani rimandando… tutto a domani!

Un abbraccio

dicembre 19, 2012 Posted by | fuori o dentro le righe? | , , , | Lascia un commento